Coronavirus. Bollettino Italia e mondo del 5 giugno: Lombardia un caso!

05.06.2020 18:50 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Coronavirus. Bollettino Italia e mondo del 5 giugno: Lombardia un caso!

Coronavirus Italia. Nel bilancio del 5 giugno vittime e nuovi positivi, i morti sono 85; i nuovi contagi 518. Come scrive La Repubblica, "la Lombardia resta un caso: dagli 84 nuovi casi di ieri si è passati a 402 nuovi contagi, dato che è legato al netto aumento dei tamponi. Oggi ne sono stati fatti 20mila contro i 3mila di ieri. Un dato che significa solo una cosa: il virus circola e quindi il dato dei contagi lombardi si abbassa solo se si fanno pochi test." I dati sono stati resi noti dalla Protezione civile. Zero casi in Campania, Umbria, Valle d'Aosta, Molise e Basilicata.

Ricordiamoci che viviamo in un momento di grande incertezza, anche dal punto di vista scientifico, e che occorre mantenere alta l'attenzione. La mobilità è stata il fattore più importante nella diffusione del contagio. Nel mese di aprile nel nostro Paese si sono registrati 16.283 decessi in più rispetto alla media degli ultimi 5 anni, pari al +33,6%; a marzo è stata pari al +48,6%. In provincia di Milano è stato registrato un +98% di decessi. Ancora più alto il tasso di mortalità in provincia di Monza e Brianza (101%), in provincia di Pavia (135%), in provincia di Bergamo (123%) e in provincia di Lodi (79,9%). Nel mese di marzo l'eccesso di mortalità era pari al 571% a Bergamo e al 377% a Lodi.

Ancora però non si va verso un stop delle vittime in Italia, salite a 33.774. con un incremento di 85 (88 ieri) in aumento. Nessun morto in Trentino Alto Adige, Sicilia, Abruzzo, Umbria, Sardegna, Valle d'Aosta, Calabria, Molise e Basilicata. Le terapie intensive si stanno svuotando, sono oggi 316 (ieri 338). I guariti raggiungono quota 163.781, per un aumento in 24 ore di 1.886 unità (ieri erano state dichiarate guarite 957 persone). Gli attualmente positivi sono 36.660. La prudenza è sempre d'obbligo.

Coronavirus Mondo. L' Ue estende dal 15 al 30 giugno la chiusura delle frontiere esterne. "Si tornerà al pieno funzionamento dell'area Schengen al più tardi a fine giugno". Lo ha detto la commissaria agli Affari interni Ylva Johansson dopo la riunione per videoconferenza dei ministri dell'Interno.

Secondo i dati diffusi dal Ministero della salute continua a crescere il numero dei casi accertati di coronavirus in India, dove nelle ultime 24 ore si è raggiunto il nuovo record di 9.304 nuovi casi di positività in un singolo giorno che fanno salire il totale dei contagiati dall'inizio dell'epidemia a quasi 218mila.

Germania. "Non dobbiamo essere superficiali, la pandemia non è affatto finita", ha affermato il ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas in un incontro con la stampa. Tuttavia, a partire dal 15 giugno, le limitazioni di viaggio per la maggior parte dei Paesi europei saranno abolite "se lo permetteranno gli ulteriori sviluppi" della pandemia da coronavirus.

A sorpresa l'economia americana è riuscita a creare milioni di posti di lavoro a maggio, sostenuta dalle prime riaperture dell'attività in parte del Paese. Il tasso di disoccupazione è sceso al 13,3% dal 14,7% del mese precedente. Sono stati creati, nel dettaglio, 2,5 milioni di impieghi, smentendo previsioni di una perdita di almeno otto milioni di posti. Il guadagno, secondo gli analisti, è stato il più significativo dal 1939. Il Dipartimento del Lavoro ha indicato che 2,7 milioni di americani che avevano definito il loro licenziamento temporaneo sono tornati al lavoro a maggio. Il tasso di disoccupazione al 13,3% resta tuttora molto elevato e il timore è che molti posti di lavoro eliminati durante la pandemia possano non tornare facilmente.

Da una stima della BCE, per l'eurozona è prevista una contrazione dell'8,7% nel 2020. Invece per gli anni seguenti prevede contestualmente un rimbalzo del 5,2% nel 2021 e un +3,3% nel 2022. La Banca Centrale, inoltre, ha oggi aumentato di 600 miliardi di euro il 'Pepp' (Pandemic Emergency Purchase Programme), portando il totale a 1350 miliardi di euro.

L' OMS pubblica quotidianamente un bollettino, di cui vi diamo conto per i principali focolai nazionali.

Covid-19.         03-giu-20 (in aggiornamento)

paese                casi confermati                           decessi

Stati Uniti                  1 798 330                            105008

Brasile                         526 447                              29937

Russia                         432 277                                5215

Gran Bretagna             277 989                              39639

Spagna                        240 304                              29858

Italia                             233 515                              33530

India                            207 615                                 5815

Germania                    182 370                                 8511

Turchia                        165 555                                 4585

Perù                             170 039                                4634

Iran                              157 562                                 7942

Francia                        147 935                               28883

Totale mondo            6 287 771                            379 941

Il bollettino dell'OMS ferma la crescita dei contagi a un momento preciso della giornata, quando in Europa sono le 20:00 circa della sera del 3 giugno.

Invece sotto  il grafico che aggiorna i dati in tempo reale della Johns Hopkins conferma che alle 17:30 del 5 giugno gli Stati Uniti sono il paese con il maggior numero di infetti, e siamo ormai a oltre 6,6 milioni di contagi confermati nel mondo.

USA 1.880.703 ; Brasile 614.941 ; Russia 449.256 ; Gran Bretagna 284.730 ; Spagna 240.978 ; India 235.540 ; Italia 234.531 ; Francia 189.569 ; Germania 184.924 ; Perù 183.198 ; Turchia 167.410 ; Iran 167.156 ; Cile 122.499 ; Messico 105.680 ; Canada 95.298 ; Arabia Saudita 95.748 ; Pakistan 89.249 ; Cina 84.174. Totale contagi mondo 6.694.512. Totale morti mondo: 392.321.