LNP - Per le società di Lega oltre il danno può arrivare la beffa federale

12.11.2020 10:00 di Umberto De Santis Twitter:    Vedi letture
LNP - Per le società di Lega oltre il danno può arrivare la beffa federale

Benché negato ufficialmente dalla presidenza della LNP a più riprese esiste un partito di società, all'interno della Lega, che ha richiesto un ulteriore spostamento dell'inizio del campionato di serie A2 e di serie B per i noti problemi sanitari ed economici che attanagliano tutte le società sportive.

Alcune di loro, tardivamente a nostro giudizio, hanno fatto outing a proposito con lettere aperte e dichiarazioni che ricordano come l'assemblea dei club ad aprile avesse stabilito che si sarebbero dovute riprendere le competizioni solo in presenza di pubblico.

E lo hanno fatto soltanto dopo l'Assemblea elettiva che ha confermato presidente Pietro Basciano, che era di differente avviso ma che lì ha incassato anche il voto unanime degli elettori, per cui se ne fa giustamente forte in questo momento e tira avanti per la sua strada.

Adesso però secondo quanto riferiscono diverse voci, ci sarebbe una felice intuizione che vorrebbe proporre a chi chiede di posticipare l'inizio della stagione - da parte di LNP e FIP - di poter rinunciare al campionato ormai prossimo a prendere il via senza incorrere in sanzioni.

E di iscriversi al primo campionato aperto (cioè alla Promozione). Piero Guerrini scrive "Mossa provocatoria verso chi non ha riflettuto in estate". Dovevano forse riflettere, ma su cosa? Potevano già immaginare che Basciano e Petrucci avrebbero voluto giocare a tutti i costi e avrebbero disatteso le risultanze assembleari?

La nostra impressione è che lo stato delle cose sia già sfuggito ai dirigenti del basket italiano e che da qui a dieci giorni ne vedremo ancora tante.