Bollettino Covid-19, 31 ottobre: anche l'Italia discute un nuovo lockdown

31.10.2020 19:27 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Bollettino Covid-19, 31 ottobre: anche l'Italia discute un nuovo lockdown

Coronavirus Italia. Nel bilancio del 31 ottobre ecco la curva epidemica in Italia. Sono venute a mancare anche oggi 297 persone. L'incremento dei nuovi casi di coronavirus è di 31.758 (ieri 31.084). Contagi in aumento in Lombardia (+8.919), Campania (3.669), Piemonte (2.887), Lazio (2.289) ed Emilia-Romagna (2.046). In calo in Veneto, Toscana e Marche. Record dei tamponi: 215.886. È pari al 14,7% il rapporto fra casi positivi e tamponi, calcolato sulla base dei dati epidemiologici diffusi il 31 ottobre dal ministero della Salute. È il valore massimo finora registrato in questa seconda ondata della pandemia di Covid-19.

Ricordiamoci che viviamo in un momento di grande incertezza, anche dal punto di vista scientifico, e che occorre mantenere alta l'attenzione. La mobilità è stata il fattore più importante nella diffusione del contagio.

Ancora però non si va verso un stop delle vittime in Italia, salite a 38.419 con un incremento di 297 (199 ieri). Pazienti in terapia intensiva: 1.843 (ieri 1.746). I guariti raggiungono quota 289.426. Gli attualmente positivi sono 351.386 sempre in risalita. La prudenza è sempre d'obbligo.

Convocata dalle ore 18 una riunione urgente del Comitato Scientifico (Cts): sul tavolo degli esperti ci sarebbero possibili ulteriori misure per frenare l'ascesa del Covid. Sul Paese infatti aleggia lo spettro di un nuovo lockdown generalizzato, anche se Conte e i suoi, al momento, sembrano orientati a imporre ulteriori restrizioni più localmente che sul piano nazionale. La conferma arriva oggi dal ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, che non esclude "la necessità di una, due, tre settimane di stop in alcuni territori" a seconda dell'indice Rt . Nel mirino le grandi metropoli come Milano e, a seguire, anche Napoli, Roma e Torino. Didattica in presenza a rischio in tutta la penisola.

Coronavirus Mondo. Invece  il grafico che aggiorna i dati in tempo reale della Johns Hopkins University conferma che alle 18:30 del 31 ottobre gli Stati Uniti sono il paese con il maggior numero di infetti, oltre 9 milioni, l'India supera 8,1 milioni e il Brasile 5,5.

Totale contagi mondo 45.821.544. Totale morti mondo: 1.192.217.

Cina. La Commissione sanitaria nazionale ha dichiarato che oggi sono stati riportati sei nuovi casi Covid trasmessi a livello locale nella Regione autonoma dello Xinjiang Uygur. Nel suo ultimo bollettino la Commissione ha riferito che sono stati registrati complessivamente 38 nuovi casi asintomatici, inclusi 23 provenienti dall'estero, aggiungendo che sono stati segnalati altri due casi Covid sospetti a Shanghai

Gran Bretagna. Lockdown più o meno mascherato per il premier indeciso Boris Johnson: la conferenza stampa del capo del governo britannico è slittata per la seconda volta e non è attesa prima delle 18.30 locali (le 19.30 in Italia) del 31 ottobre, secondo quanto riporta Sky News. La conferenza stampa in cui BoJo dovrebbe annunciare nuove misure restrittive per contenere la corsa del coronavirus era prevista inizialmente alle 16, poi alle 17 e ora alle 18.30 (ora di Londra). Secondo anticipazioni stampa, il premier annuncerà un semi lockdown in Inghilterra con pub, ristoranti e negozi di beni non essenziali chiusi, ma con scuole, università e cantieri aperti. 

Turchia. Sono 2.319 i malati di Covid-19 registrati nelle ultime 24 ore, su 134.416 test effettuati. Il dato, che fa salire i casi totali a 370.832, non include i pazienti positivi asintomatici, facendo ipotizzare che il numero dei contagi sia molto superiore. Le nuove vittime ammontano a 72, arrivando in tutto a 10.099. I ricoverati in terapia intensiva crescono a 1.916. I pazienti guariti sono invece 1.581, salendo complessivamente a 320.762. Lo ha riferito nel suo bollettino quotidiano il ministro della Salute turco Fahrettin Koca, tornando a lanciare l'allarme sulla situazione a Istanbul, dove al momento si registra circa il 40% dei casi nazionali. "Se non controlliamo la diffusione a Istanbul, l'epidemia non sarà più gestibile", ha avvertito il ministro di Ankara.

Svezia. Le autorità sanitarie svedesi raccomandano ormai agli abitanti di Stoccolma e a quelli delle regioni nel sud del Paese di limitare i contatti ed evitare i luoghi chiusi nel giorno in cui è stato registrato il record di 3.254 nuovi casi di Covid-19. Si tratta del secondo record quotidiano consecutivo per la Svezia che ha 10,3 milioni di abitanti e ha avuto un totale di 121.167 contagi e 5.934 morti. Secondo l'epidemiologo Anders Tegnell, la diffusione del virus in primavera era "probabilmente da 10 a 15 volte più importante" rispetto ad oggi, ma con i test molto meno diffusi. Però "nel corso delle ultime due o tre settimane, la propagazione è volata" dopo la pausa estiva. 

Grecia. Kyriakos Mitsotakis, premier greco, ha annunciato un parziale lockdown nel Paese per combattere la seconda ondata di Covid-19. Da martedì bar, ristoranti e altre attività ricreative resteranno chiusi ad Atene e in altre grandi città e sarà applicato il coprifuoco notturno: dalla mezzanotte alle 5 del mattino. "Dobbiamo agire adesso prima che le unità di terapia intensiva vengano sopraffatte. Non è un blocco totale come la primavera scorsa", ha precisato in un discorso alla nazione.

USA: bugie elettorali di Trump.L'associazione dei medici americani si ribella all'attacco di Donald Trump, che li ha accusati di gonfiare i numeri dei morti per coronavirus per soldi. "L'idea che i medici, nel mezzo di una crisi sanitaria pubblica, gonfino i numeri sui pazienti di Covid-19 per riempirsi le tasche è una calunnia, un'accusa offensiva e sbagliata", ha detto Susan Bailey, presidente dell'American Medical Association. "Invece di attaccarci e cavalcare accuse prive di fondamento, i nostri leader dovrebbero seguire la scienza e chiedere il rispetto delle misure che sappiamo che funzionano, ovvero indossare la mascherina, lavarsi le mani e praticare il distanziamento sociale", ha aggiunto.

USA 2. "Il presidente non ha alcun piano per affrontare il Covid-19. Vi ha abbandonato, ha abbandonato la vostra famiglia e l'America. Non possiamo permetterci altri quattro anni della sua fallita leadership". Lo twitta Joe Biden attaccando Donald Trump sul coronavirus, mentre gli Stati Uniti registrano un nuovo record di nuovi contagi, quasi 100mila in un giorno.

Francia. Spunta l'ipotesi di feste di Natale con il coprifuoco. Secondo il presidente del comitato tecnico scientifico francese, Jean-Francois Delfraissy, le feste di fine anno "le faremo in piccoli gruppi" e "probabilmente ci sarà ancora il coprifuoco". "Le feste di fine anno – ha detto Delfraissy il giorno dopo l'annuncio del nuovo lockdown in Francia – penso che quest'anno saranno diverse dagli altri anni". Ha anche aggiunto che la situazione diventerà estremamente difficile "per il sistema ospedaliero nelle prossime 2 o 3 settimane a causa della seconda ondata dell'epidemia di Covid-19, in diverse regioni della Francia" o la "prospettiva è quella di un lockdown per un mese, poi dopo un controllo degli indicatori uscire dal lockdown con un coprifuoco" che resterebbe in vigore fino a inizio gennaio. Non escludendo una terza ondata, Delfraissy si dice ottimista sul futuro: "Ne usciremo – ha detto – poiché arriveranno innovazioni, ma non prima della primavera 2021".

Belgio. Situazione Covid gravissima in Belgio dove solo nelle ultime 24ore son stati registrati ulteriori 104 decessi, il numero più alto da aprile. L'ultima volta che era stata superata la soglia dei 100 morti era stato a fine aprile, secondo l'Istituto di sanità pubblica belga.  Dall'inizio della crisi sanitaria, più di 11.000 persone hanno perso la vita a causa del Covid-19 nel Paese che resta uno dei più colpiti dal contagio sulla popolazione residente e  dove gli ospedali sono ormai al limite.

Russia. Temporaneamente sospesi i test sui volontari del vaccino contro il Covid Sputnik V dopo che sono terminate le dosi disponibili. È quanto riferiscono fonti sanitarie all'agenzia Reuters, due giorni dopo che Mosca ha chiesto all'Oms l'accesso alla procedura accelerata per l'autorizzazione del vaccino sviluppato dall'istituto Gamaleya, che dei tre in lavorazione in Russia è quello giunto alla fase più avanzata. Secondo le fonti, otto delle venticinque cliniche di Mosca dove si stanno svolgendo i test hanno interrotto la sperimentazione dopo aver finito le dosi a loro assegnate, a fronte di un notevole afflusso di volontari. "Ciò è dovuto al fatto che c'è una domanda colossale per il vaccino e non ne sta producendo abbastanza", spiegano le fonti. Alexei Kuznetsov, consulente del ministero della Sanità russo, ha dichiarato alla Reuters che "l'obiettivo dei 40mila volontari verrà raggiunto". Ma proprio oggi il presidente Vladimir Putin ha sottolineato che la Russia sta incontrando difficoltà nella produzione del vaccino a causa delle insufficienti attrezzature disponibili ma ha mantenuto l'auspicio di iniziare le somministrazioni di massa entro la fine dell'anno. Nondimeno, il ministero dell'Industria ha abbassato a poco più di due milioni le stime sulle dosi prodotte entro fine anno dagli iniziali 30 milioni. 

Spagna. Il Parlamento spagnolo ha approvato una proroga per altri sei mesi dello stato di emergenza legato alla pandemia di coronavirus. Domenica il governo di sinistra del primo ministro Pedro Sanchez aveva dichiarato uno stato di emergenza iniziale di 15 giorni. L'estensione approvata dal Parlamento si spinge invece fino al 9 maggio del prossimo anno. La misura consente ai governi regionali, ai quali e' affidata la salvaguardia della salute, di limitare i movimenti delle persone, anche, se necessario, imponendo il coprifuoco notturno e chiudendo i confini.