UFFICIALE A2 - L’OraSì in regia parla americano con il play Kendall Anthony

UFFICIALE A2 - L’OraSì in regia parla americano con il play Kendall Anthony

OraSì Basket Ravenna comunica di aver ingaggiato per la prossima stagione Kendall Lamont Anthony, playmaker di 173 cm nato il 13 gennaio 1993 a Jackson, Tennessee.

Formatosi all’Università di Richmond, dal 2015/2016 si muove stabilmente in Europa giocando nei campionati turco, ceco, islandese, francese e israeliano.

In Islanda, nel 2018/2019, in sole 8 gare con il Valtur colleziona statistiche record con una media di 31.5 punti (64% da tre) e quasi 9 assist a gara, cifre che gli valgono l’interesse del Gravelines Dunkerque nella massima serie transalpina, dove conclude la stagione collezionando 11.5 punti e 4 assist di media. Nel 2019/2020 gioca in Israele con la maglia del Bnei Herzeliya con cui vince il campionato e ottiene la promozione nella prima lega israeliana. Nell’ultima stagione ha giocato per il Saint-Quentin nella seconda serie francese, con una media di 13.3 punti, 4.5 assist e 1.7 rimbalzi in 26 partite.

Le parole del neogiallorosso Kendall Anthony: “Ho scelto il Basket Ravenna perché ho sentito parlare molto bene di questo club, che ha disputato una grande stagione lo scorso anno. Ho sempre voluto giocare in Italia e questa può essere una grande opportunità per me per confrontarmi con una nuova lega e aiutare il team a fare il meglio possibile. Sono molto carico per quest’avventura e non vedo l’ora di conoscere il coach, tutti i miei nuovi compagni e i tifosi. So che Ravenna è una bellissima città, sono pronto a iniziare a lavorare non appena raggiungerò il gruppo”

Coach Alessandro Lotesoriere: “Inseriamo con grande piacere Kendall. Non è stata una trattativa semplice, per questo devo ringraziare la società che ha saputo cogliere i tempi giusti per assecondare una precisa richiesta sul profilo individuato: un giocatore esperto di seconde leghe europee che, oltre a garantire ottime prestazioni individuali, è in grado di migliorare il gioco dei suoi compagni. Kendall arriva in Italia nel pieno della sua carriera con tante motivazioni che abbiamo condiviso e che non vediamo l’ora di portare in campo insieme al resto della squadra”.