LBA - La volontà di Brindisi si scontra con una Trento più concreta

07.05.2021 22:18 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
LBA - La volontà di Brindisi si scontra con una Trento più concreta

Una impresa, una vittoria tra la gara di stasera con la Happy Casa Brindisi e la 30a lunedì 10 maggio alla Segafredo Arena contro la Virtus per validare, alla fine di un percorso complicato, la conquista dei playoff. E' la missione che attende la Dolomiti Energia Trentino (palla a due ore 20:30, diretta Eurosport player) con gli occhi puntati addosso della altre aspiranti all'ottavo posto che significa giocare la post-season, e di quelle qualificate che da una sconfitta dei pugliesi possono scalare posizioni nella griglia. L'altri ieri sera Brindisi è tornata in campo dopo la sconvolgente quarantena, offrendo il consueto basket effervescente di questa stagione 2020-21, ma capitolando per stanchezza nel finale contro una arrembante Dinamo Sassari. Aquila Trento al completo con il recupero di Andrea Mezzanotte. La squadra di Vitucci, con tutti quelli schierati contro il Banco, è arrivata ieri in città dopo il viaggio aereo Bari-Venezia e l'ultima parte in pullman.

1Q - Bostic risponde a Martin, una tripla per parte 3-3 dopo 2'. Al 5′ il canestro di Thompson fa volare Brindisi sul 6-9, la Happy Casa si mantiene avanti con la schiacciata di Perkins 10-15. Il tono difensivo sale sui due lati del campo, arrivano tre minuti senza canestri, 12-15, poi i fuochi d'artificio con Thompson che risponde a Forray per due belle triple in finaledi primo quarto 15-18.

2Q - Morgan con una super tripla agguanta la parità a quota 18 all' 11'. Con quella di Visconti Brindisi si mantiene avanti fino al 15', quando Sanders e Luke Maye firmano il sorpasso dell'Aquila 25-23. Harrison in lunetta firma la nuova parità 27-27. Al 18' la tripla di Morgan concretizza il break importante di Trento che scappa sul +7, 32-25. Willis dall’arco va ad accorciare al 19' e Brindisi si porta sul 32-30. Harrison manda in lunetta Browne con tre liberi, poi accorcia ma l'Aquila chiude all'intervallo 35-32. Brindisi 12 palle perse, Trento 10 tiri in più.

3Q - La Happy Casa riparte di forza e piazza un parziale di 0-7 con cinque punti di Bostic e Thompson. JaCorey Williams accorcia, Bostic replica da tre; i liberi di Morgan quelli di Harrison; poi la tripla di Morgan al 24' vale il 44-46. Al 26' bomba per Bostic che vale il 46-52 con Brindisi che mantiene l'iniziativa, ma trova la risposta di Maye. Trento continua a risucchiare punticini mentre Bostic arriva a 18 punti personali ripartendo al 29' dal pareggio di Kelvin Martin 54-56. Il finale di Trento però è sfavillante: 6-0 con quattro di Williams e Morgan e sorpasso 60-56.

4Q - Si stringono le difese, Brindisi arriva a 18 palle perse. Ci vogliono 2' per il primo canestro con Sanders, e Vitucci chiama timeout. Al rientro Forray piazza la tripla (10/31 di squadra al momento) del massimo vantaggio +9. Harrison e Williams arricchiscono il tabellino; Visconti fa 1/2 in lunetta ma dal rimbalzo ci mette una tripla 67-62 al 35'. Williams rilancia la Dolomiti Energia +7. La Happy Casa sembra stanca, no riesce più ad attaccare il ferro così arriva il +10 di Browne. Perkins ci ascolta e da sotto ferma la corsa e Molin prende timeout al 37'. Triple per Harrison e Morgan! Poi Harrison ci prova di nuovo, senza successo e la persa di Williams però gli rende la palla e Willis segna con 1'38" 75-69. Sanders si guadagna due liberi 1/2, ma anche una occasione da tre buttata via sul rimbalzo. Perkins fa -5 da quattro metri, entrando nell'ultimo minuto. Browne realizza uan tripla molto difficile, con 45 secondi sul cronometro, +8 Trento. Timeout Vitucci, canestro veloce di Thompson che poi manda in lunetta Browne 2/2. Bostic, Visconti e Thompson non riducono le distanze in una manciata di secondi, Morgan rimbalzo, fallo e liberi del +10, poi solo i titoli di coda. Finisce 83-73, per Trento un passo molto importante per i playoff, che ora diventano un discorso a due con Cremona.

Il commento: 64 triple tentate per 22 riuscite tra Trento (13) e Brindisi (9), dove i padroni di casa fanno quasi tutto meglio dei pugliesi in una gara che vorrebbe essere effervescente, ma le gambe sono quelle che sono e quelle dei giocatori dell'Aquila vengono da un riposo attivo di due settimane e non da una quarantena. Probabilmente per la Happy Casa conta più aver finito senza infortuni, vista l'importanza relativa di giocare in casa piuttosto che in trasferta di questo campionato che il record di anomalie l'ha conquistato per sempre.

Dolomiti Energia Trentino - Happy Casa Brindisi 83-73. Boxscore: 22 Morgan, 16 Williams, 14 Martin, 11 Browne, 10 Maye, 6 Forray, 4 Sanders per Trento; 18 Bostic, 17 Harrison, 14 Perkins, 10 Thimpson, 7 Visconti, 5 Willis, 2 Krubally per Brindisi.