A2 Femminile - Crèdit Agricole La Spezia, che peccato! Al PalaBubani vince Faenza

18.05.2021 14:29 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
A2 Femminile - Crèdit Agricole La Spezia, che peccato! Al PalaBubani vince Faenza

La Crédit Agricole non riesce a prolungare la sua stagione, uscendo sconfitta anche dal PalaBubani per 59-53. Encomiabile però la partita delle bianconere, che fino all'ultimo istante di gara impensieriscono le romagnole, riuscendo anche a tenere la testa della partita per qualche minuto del terzo quarto, nonostante l'assenza di Templari anche con gara-2, entrata soltanto negli ultimi secondi del match. Un gran peccato ma, purtroppo, la stagione della Cestistica finisce qui. La gara è stata entusiasmante, a strappi, combattuta, con botta e risposta continui tra le due squadre. Due le bianconere in doppia cifra: Sarni con 16 punti ed Hernandez con 12.
LA PARTITA - Il primo canestro della gara lo segna Vente, a cui risponde Hernandez con una tripla. Faenza prova subito la fuga sul +5 ma la Cestistica reagisce con un break di 0-6 targato Packovski-Hernandez e si porta avanti sull'8-9. L'E-Work però torna in testa con un altro parziale e chiude il primo quarto in vantaggio di 7 (20-13). Nel secondo periodo Sarni diventa protagonista della gara, guidando le bianconere nei momenti di difficoltà. Un 0-6 spezzino vale il -1 ospite (20-19), e da qui la gara procede in totale equilibrio per qualche minuto. Nella seconda metà del quarto Faenza ritenta l'allungo, torna sul +7 grazie ad un 6-0 del trio Ballardini-Soglia-Franceschelli, ma la Crédit Agricole non demorde e si riporta sotto con un altro break identico a quello precedente (30-29). Ancora Franceschelli poi Schwienbacher danno il +5 all'E-Work, ma Sarni segna ancora e manda le squadre all'intervallo lungo sul 34-33 per le padrone di casa.
Nella ripresa la Crédit Agricole parte forte e, con Linguaglossa prima e Packovski poi, tocca il +4 per due volte (36-40). Faenza però estrae dal cilindro il parziale che indirizza la partita: un 11-0 che restituisce sette lunghezze di vantaggio alle romagnole, trascinate dall'esperienza di Ballardini, che guida le compagne. Sarni concretizza un potenziale gioco da tre punti, ma Policari segna da tre e sigilla il punteggio sul 50-43 dopo trenta minuti. Nell'ultimo quarto la tensione è altissima: la Cestistica si avvicina fino al -2 con un break di 0-5 firmato Hernandez-Packovski (50-48), ma Faenza risponde con un 7-0 di Ballardini e Policari, per il +9 (57-48) che mette l'E-Work nelle migliori condizioni di gestire il finale. Le bianconere però non mollano e si avvicinano fino al -5 con i punti di Tosi, ma non basta. Al PalaBubani finisce 59-53 per Faenza, che si qualifica alle semifinali.

E-WORK FAENZA 59-43 CRÉDIT AGRICOLE LA SPEZIA (20-13, 34-33, 50-43)
FAENZA: Franceschelli 13, Schwienbacher 5, Franceschini ne, Morsiani 6, Ballardini 13, Caccoli, Policari 10, Soglia 4, Meschi, Brunelli ne, Vente 2, Porcu 6. ALL: Sguaizer.
LA SPEZIA: Packovski 8, Templari, Hernandez 12, Moretti, Tosi 8, Mori, Della Margherita ne, Linguaglossa 9, Giuseppone, Sarni 16, Amadei ne. ALL: Corsolini.