Serie B - L’Olimpia Basket Matera piega Ruvo sul campo di Molfetta

17.11.2019 13:36 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Serie B - L’Olimpia Basket Matera piega Ruvo sul campo di Molfetta

L’Olimpia Basket Matera decolla anche in trasferta. Primo colpo esterno stagionale per il quintetto di coach Agostino Origlio, che sul neutro di Molfetta ha superato nettamente il Ruvo per la nona giornata del campionato di serie B di pallacanestro, imponendosi con un secco 82-56. Gara sostanzialmente sempre sotto il controllo dei giganti biancazzurri, che, dopo un avvio leggermente in sordina e caratterizzato da qualche errore di troppo, hanno trovato il giusto assetto difensivo e, di conseguenza, quella fluidità in attacco che ha consentito di trovare con maggior frequenza il canestro.

“Complimenti alla squadra per la prestazione, una vittoria cercata e voluta per atteggiamento e volontà – taglia corto un soddisfatto coach Origlio -. Dopo una settimana difficile per le problematiche relative all’indisponibilità del nostro campo di allenamento, non ci siamo assolutamente scoraggiati e soprattutto creato alibi. L’approccio dei primi minuti del primo quarto non è stato dei più incoraggianti, abbiamo commesso dei banali errori, ma con lucidità ed un buon agonismo siamo riusciti a prendere le redini del gioco in mano, trovando sia in attacco che in difesa il giusto equilibrio. Abbiamo avuto anche la fortuna di aver trovato Ruvo senza De Leone, che noi conosciamo bene, e che con il suo arrivo aveva dato la giusta energia ed intensità, ma questo sicuramente non deve sminuire i complimenti ai miei giocatori”.

Insomma, una prova importante superata da Pasquale Battaglia e compagni, che centrano così il terzo successo consecutivo e raggiungono la terza piazza della classifica. “La dedica è per la società, in particolare al nostro presidente Sassone, che in una settimana particolare per via delle problematiche al palazzetto Lanera ci ha messo a disposizione altre soluzione fuori Matera per permetterci di allenare. È la dimostrazione – conclude Origlio - che la nostra società è molto presente per permetterci di fare il nostro lavoro nel modo più sereno e tranquillo”.