A2 - Orzinuovi e Montegranaro anticipano al venerdì la 3a giornata

17.10.2019 14:26 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
A2 - Orzinuovi e Montegranaro anticipano al venerdì la 3a giornata

Al PalaGeorge di Montichiari, venerdì 18 ottobre ore 20.30, si gioca l'anticipo del venerdì nel girone Est di Serie A2 Old Wild West tra Agribertocchi Orzinuovi e XL Extralight Montegranaro.

Seconda gara consecutiva casalinga, dopo la sconfitta contro Forlì, per l’AgriBertocchi Orzinuovi: Lorenzo Varaschin, in seguito all’operazione chirurgica, destinata a ridurre la frattura del terzo e quarto meta-carpo del polso destro, non sarà a disposizione di co-ach Stefano Salieri.

Sfida con tripli ex: Matteo Palermo (Montegranaro), Matteo Negri (Orzinuovi) e Marco Pe-rin (Orzinuovi). Infatti, Palermo, playmaker della Pode-rosa, ha vestito la canotta di Orzinuovi nella stagione 2013/2014 in Serie B, mentre Negri e Perin, ora in for-za all’AgriBertocchi, hanno avuto recenti esperienze a Montegranaro. Per la Poderosa, squadra al completo per coach Ciani.

I precedenti dicono 2-1 Poderosa: i gialloblu vinsero i due scontri diretti nel campionato di Serie A2 2017/2018, ma nella stagione precedente i lombardi piegarono la Poderosa nella semifinale di Coppa Italia di Serie B a Bologna. Le analisi dei due coach.

Stefano Salieri (allenatore Orzinuovi) – “Con Montegranaro dobbiamo giocare con entusiasmo e convinzione, difendere forte e tenere ritmi alti. Thomas e Serpilli sono i principali terminali, così come Thompson e Cucci sono una presenza importante nel pitturato. Serve una prova forte, decisa e di grande energia”.

Franco Ciani (coach Poderosa) – “Una partita di non facile lettura tattica perché Orzinuovi è una squadra che gioca con grande precisione nell’esecuzione dei giochi ma al contempo ha giocatori di estro e capacità di 1 contro 1. Hanno giocatori di assoluto interesse, a partire dai due stranieri. In particolare Mekowulu è stato finora uno dei centri più produttivi del campionato, sia per punti che per rimbalzi e falli subiti. In generale, però, è tutto il patrimonio tecnico della squadra ad essere importante, a partire dall’ex Negri e scorrendo via via lungo tutto il roster. Anche perché è corroborato da una aggressività difensiva che coach Salieri vuole sempre dalle sue squadre. Tutto quanto questo rende complicato affrontare questa Agribertocchi”.