Serie B - L'ottimo momento della Bologna Basket 2016

Tra le giganti Virtus e Fortitudo emerge a Bologna una terza sorella cestistica che ha tutte le intenzioni di primeggiare
19.01.2021 22:17 di Cristiano Comelli   Vedi letture
Serie B - L'ottimo momento della Bologna Basket 2016

In una città come Bologna dove una delle prime domande che ti rivolgono è "tifi Virtus o Fortitudo" e il basket vive tra questi due giganti cestistici, vi è una terza realtà desiderosa di ritagliarsi un ruolo da protagonista. Sta due gradini più sotto, si chiama Bologna Basket e, sul piano anagrafico, può essere la loro nipote visto che è sorta nel 2016,  Ma è una nipote che scalpita e molto. Avanti i risultati, please. Primo posto con dieci punti nel girone B1 della cadetteria con 10 punti gomito a gomito con la Moncada Agrigento.  Tutto è figlio di cinque vittorie e sole due sconfitte. E un coach, Flavio Rota, che sa il fatto proprio. Salita dalla serie C dove stava lo scorso anno, adesso sta quindi facendo la voce grossa in cadetteria. 

I NUMERI 

I felsinei hanno finora messo a segno complessivamente 611 punti, gli stessi della loro rivale Moncada Agrigento. Sul fronte dei punti subiti, però, si collocano a  un'inezia più sotto, 555 contro i 554 dei girgentini. Se vi è un cestista cui quest'abbondante messe di punti deve essere attribuita in via primaria è Alberto Conti che ne ha messi insieme ben 125. E allora quel "we believe", noi crediamo che i felsinei hanno scelto quale elemento identificativo del loro modo di vivere l'universo della palla a spicchi.

AMBIZIONE E REALISMO IN UN COCKTAIL PERFETTO  

E l'ambizione di Bologna di ben figurare si legge in filigrana nelle parole appassionate di Andrea Bianco che, al sito della società, rilascia una dichiarazione tutta entusiasmo e voglia di spaccare il mondo l'indomani dell'affermazione dei felsinei contro la temibile e altrettanto ambiziosa Pallacanestro Crema: "è stata una partita molto intensa in cui abbiamo adottato bene le regole del nostro tecnico - ha detto - siamo uno dei migliori attacchi della serie B e tutto va come deve andare". Fiducia nei proprii mezzi e voglia di tenere i piedi ben piantati per terra, in questa Bologna, convivono in egual misura e senza sgomitarsi.     

QUEL SOGNO CHE RESTA SULLO SFONDO 

Certo, il pensiero resta. Riuscirà un giorno la nipote tutto pepe a incrociare la strada delle nonne dall'aspetto sempre luccicante Virtus e Fortitudo? Finora, evidentemente, si è nel regno della fantascienza. Che però potrebbe, un giorno, non essere più tale. Ma la gente emiliana, oltrechè i tortellini, le lasagne e il lambrusco, ama anche il realismo e il pragmatismo. Quindi niente passo più lungo della gamba. Anche perchè i piani da scalare sono due e non uno soltanto. Il passaggio dalla C  alla B si è materializzato. E i campionati sono fatti anche per essere scalati. Chi vivrà vedrà. .