LBA - Fatti i complimenti, la stagione della Vanoli non può essere il modello futuro

20.04.2021 00:15 di Umberto De Santis Twitter:    Vedi letture
LBA - Fatti i complimenti, la stagione della Vanoli non può essere il modello futuro

Complimenti alla Vanoli Cremona, per aver raggiunto un obiettivo salvezza con grande tenacia e grande lavoro collettivo. Complimenti anche per aver rovesciato le previsioni della vigilia di campionato, che mettevano la squadra di Paolo Galbiati tra quelle più a rischio retrocessione.

Sappiamo anche che qualche dirigente aveva smusato i pronostici avversi come sappiamo che c'è logica nello sport ma sempre fino a un certo punto, e non per forza i pronostici si devono avverare.

Ancora complimenti a Galbiati. Un coach dall'aria un pò naif, considerato quasi "turista per caso" nella vittoria della Coppa Italia di una stagione incredibilmente irripetibile dell'Auxilium Torino che una certa riforma dovrebbe impedirne nuove nefandezze contabili in futuro. 

Non solo capace di due/tre uscite politically non correct che hanno destabilizzato luoghi comuni e manchevolezze della pallacanestro nostrana, ma anche di realizzare imprese sportive.

Qualche formazione più ambiziosa potrebbe metterci un'occhio perché ha dimostrato di meritare una maggiore considerazione. Ma forse la capacità di fare le nozze con i fichi secchi (iscrizione all'ultimo tuffo, roster all'ultimo tuffo) può essere considerata un limite.

Abbiamo dimenticato il Covid-19. La mancanza di pubblico ha livellato il rendimento delle squadre, in qualche caso l'ha quasi ucciso (Fortitudo 9/2 in casa nel 2019-20, 5/8 nel 2020-21). E domenica ha pesato per i giocatori di Brindisi più dell'assenza di Thompson e Zanelli.

Ci vuole anche un pizzico di fortuna per ottenere i risultati. Per questo occorre tenere presente che questo successo della Vanoli non potrà essere preso a modello per la pallacanestro che verrà.