LBA - Conti in disordine: da Pesaro si lancia il sasso nello stagno

05.01.2020 10:22 di Umberto De Santis Twitter:    Vedi letture
LBA - Conti in disordine: da Pesaro si lancia il sasso nello stagno

Non è facile tenere alto il morale dell'ambiente e dei tifosi quando tutto va male (e peggio di uno 0-15 in classifica non c'è nulla), ma Il Resto del Carlino edizione Pesaro ci prova stamani con un articolo a firma M.G. che si afferma sicuro che ci siano delle società della serie A che non hanno i conti in ordine. Anzi peggio: "finiti i quattrini, qualche squadra non sta pagando gli stipendi e via di seguito", per suggerire che la rigorosità di bilancio sempre sbandierata (e a ragione fino ad oggi) da Ario Costa a fine stagione potrebbe significare quella salvezza che sul campo difficilmente arriverà.

Si rincara la dose quindi dopo che le affermazioni del presidente federale Petrucci nello scorso dicembre (qui) sulle tre società che avrebbero il conto economico in disordine e la scadenza Com.Te.C. del 16 dicembre avevano sortito un misero nulla di fatto. Cosa bolle in pentola? La fine di dicembre è lo spartiacque per molte società che, insieme agli stipendi dei giocatori, vedono finire il denaro raggranellato con gli abbonamenti per cui diventano pressanti i contributi rateali degli sponsor.

Secondo M.G. "se c'è qualche società - e ci sono - diciamo così che sta vivendo sulla finanza di carta" è una affermazione molto forte che avrebbe bisogno di una risposta di legalità altrettanto forte da parte del presidente di LBA Bianchi. Un nuovo capitolo nella guerra sotterranea che può valere un altro mandato per il commercialista senese? Un segnale che le perplessità di Petrucci sono fondate e non una boutade per mandare avanti il binomio Sardara-Marino?