LBA - Le aspettative della Virtus Bologna

12.10.2020 00:57 di Davide Trebbi Twitter:    Vedi letture
LBA - Le aspettative della Virtus Bologna

Un sabato sera indigesto dopo la fragorosa, inaspettata caduta della Virtus Bologna in casa contro la Vanoli Cremona. 

Un inopinato esito contro un avversario spacciato alla vigilia e conseguenti reazioni dei tifosi rabbiose, irritate, furiose contro la prestazione presuntuosa bianconera. 

Il dito va contro l’atteggiamento e la difesa del collettivo di Djordjevic, che ha definito il giudizio fine gara sul suo gruppo “orrenda”. 

La conclamata però rischiosa scelta d’affidarsi al duo serbo non è sempre la panacea a tutto: in una gara dove manca un approccio generale protettivo, si è sfidato provocatoriamente l’avversario al tiro da lontano, senza mai preoccuparsi boriosamente.

La piccola “davide” Cremona così umilmente, prende fiducia, si carica, va in vantaggio e strappa i due punti meritatamente. 

Tanti sotto accusa: dal portamento mostrato, alla mancata lettura dello staff tecnico negli aggiustamenti in corso.

Le reazioni a caldo fanno esasperare ulteriormente il tifoso, memore delle tre competizioni decisive perse in diciotto mesi e dei limiti nonostante le tante vittorie.

C’è stata una piccola reazione, ma non è bastata per salvare i trentacinque minuti antecedenti e le cicatrici visibili nelle gare precedenti.

Se la pazienza sembra esser al limite per alcuni, il tempo è dalla parte della Segafredo, in quanto deve educare maggiormente la propria squadra anche a costo di far scelte forti.

Le ambizioni diramate dalla proprietà non ammettono errori e il pretesto dell’alibi quest’anno non regge.