live

A2: La Tezenis Verona si impone in volata nonostante Pacher

12.02.2024 21:41 di Lorenzo Belli   vedi letture
Penna, capitano veronese
Penna, capitano veronese
© foto di Federico Peretti / PB

PREVIEW: Terminata la prima fase con la clamorosa rimonta ai danni della Flat Service Bologna (LEGGI QUI) la Tezenis Verona inaugura la fase ad orologio davanti ai propri tifosi contro il Gruppo Mascio Treviglio. I ragazzi di Ramagli puntano ad allungare la lunga striscia di vittorie casalinghe contro la compagine lombarda che, reduce dal bruciante ko contro la Luiss Roma, punta ad avere qualche minuto di qualità dagli acciaccati Vitali, Miaschi e Guariglia (tutti e tre out nell'ultimo impegno) per consentire a coach Valli un minimo di rotazioni durante la gara. Palla a due ore 20:00 alzata dal trio Martellosio, Centonza, Foti e con diretta testuale su Pianetabasket.com

1°PERIODO: Si celebrano i 60 anni dello storico capitano veronese Roberto Dalla Vecchia poi si comincia con Penna, Devoe, Udom, Esposito e Murphy per la Tezenis mentre la Gruppo Mascio risponde con Giuri, Harris, Pollone, Pacher e Guariglia. Partono decisi i padroni di casa con l'energia di Esposito e Devoe (5-0), la risposta trevigliese è nelle triple dell'ex di turno Giuri (10-9 -4'30") e poi l'entrata in campo di Barbante consente un gioco maggiormente interno che vuol dire sorpasso (12-15 -2'15"). Nelle schermaglie finali della frazione Harris dalla lunetta e la quarta tripla di Giuri provano a generare il primo break del match ma Gajic trova i tre punti a pochi istanti dalla sirena ed è 17-20 al 10' di gioco 

2°PERIODO: L'energia di Devoe e la tripla di Massone per un break di 7-0 che riporta avanti i padroni di casa, vibranti proteste di Ramagli per un contatto (fortuito) che ferma Udom lanciato a canestro e porta al controsorpasso griffato da Sacchetti. La Tezenis è più aggressiva e riprende l'inerzia con Valli che decide di fermare il gioco (28-25 -5'29"), al ritorno sul campo è ancora Verona con Udom che si prova a prendere la scena - con cinque punti in fila - davanti al fratello maggiore Mattia (36-30 -2'06"). Battute finali del quarto ancora a tinte gialloblu che tornano negli spogliatoi forti di un vantaggio di 10 lunghezze: 40-30 

3°PERIODO: Murphy e Pacher si annullano a vicenda lasciando invariate le distanze in avvio di tempo (44-34), la Gruppo Mascio fatica ad avvicinarsi nonostante un Pacher in versione trascinatore assoluto con dieci punti personali mandati a segno nel periodo (48-40 -3'45"). La Tezenis è in rottura prolungata e ancora il lungo americano di Treviglio infierisce e quando affonda la bimane arriva il time-out di Ramagli (48-44 -2'57"). Al rientro non cambia il leit-movite: Verona sbaglia due volte l'attacco e Pacher con una tripla a fil di sirena dei 24" trova il -1, nelle ultime giocate arriva il sorpasso ospite realizzato da Pollone e viene conservato ancora da Pacher autore di una frazione clamorosa da 19 punti personali. Al 30' il tabellone recita 51-54

4°PERIODO: Devoe impatta subito colpendo dai 6,75 ma il periodo magico di Pacher non è terminato e con l'aiuto di Barbante di Harris ritocca il massimo vantaggio ospite (56-63 -6'52"). Devoe prova a suonare la carica per i padroni di casa con l'aiuto di Murphy e arriva il minuto di sospensione da parte di Treviglio (62-65 -4'08"), la difesa veronese è soffocante e di pura energia con Udom schiaccia il sorpasso entusiasmando i propri sostenitori (66-65 -2'46"). Giuri dalla lunetta per il nuovo vantaggio biancoblu (66-67 -1'59") che resta immutato sino ai liberi di Udom (68-67 -24") con la Gruppo Mascio che ha l'ultimo attacco che non porta a nulla se non a delle legittime lamentele di Pacher che, a gioco ampiamente rotto, subisce qualche contatto maschio ma che non viene ravvisato dalla terna arbitrale. Finisce con l'ennesima agonica vittoria interna per la Tezenis Verona: 68-67  

COMMENTO FINALE: La Tezenis prosegue la sua striscia casalinga fatta di rimonte e folli palpitazioni per il suo pubblico, dopo una buona prima parte i gialloblu si spengono e Treviglio trascinata da un Pacher sontuoso (24 punti, di cui 19 nel terzo periodo, e 8 rimbalzi) rimonta e prova a strappare quando si entra nel crunch time (+7 a -5' dalla sirena) ma ancora una volta l'orgoglio veronese emerge con una difesa feroce che manda i crisi gli avversari e poi ci pensano Devoe (20 punti) e un glaciale Udom che realizza i liberi decisivi (11 con 8 rimbalzi e 4 assist) a sancire una ennesima vittoria di carattere