LIVE LBA Final Eight - Sorride la Reyer Venezia che si prende la prima Coppa Italia della sua storia

16.02.2020 19:55 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
LIVE LBA Final Eight - Sorride la Reyer Venezia che si prende la prima Coppa Italia della sua storia

È il giorno della finale a Pesaro dove scendono in campo per il primo titolo stagionale la Reyer Venezia e l'Happy Casa Brindisi. Sarà una prima volta per entrambe le squadre che potrebbero alzare per la prima volta la Coppa Italia. Da una parte ci sono i lagunari che sono riusciti ad eliminare le due favorite ovvero la Virtus Bologna e l'Olimpia Milano grazie a due stupende prove mentre dall'altra è l'Happy Casa trascinata da un sontuoso Adrian Banks nei quarti contro la Dinamo Sassari (37 punti per l'esterno statunitense) e da una prestazione corale contro la Fortitudo Bologna. Palla a due alle ore 18!

Nessuna novità alla presentazione delle squadre: De Raffaele conferma i dodici, con Andrew Goudelock e Ike Udanoh in tribuna.

QUINTETTI

Venezia: De Nicolao, Tonut, Chappell, Mazzola, Watt

Brindisi: Banks, Thompson Martin, Brown, Stone

Polveri bagnate in avvio di gara, dopo 10 errori al tiro da una parte e della'altra, è Tonut con una magia a regalare i primi punti della gara per l'Umana e John Brown per la Stella del sud, 5 a 2 dopo la tripla di Mazzola dall'angolo. Due errori al tiro per l'Happy Casa sulla zona veneziana mentre la Reyer si è sbloccata e punisce con le triple di De Nicolao e Tonut per l'11 a 2 che costringe Vitucci a fermare il gioco a metà prima frazione. Infrazione di passi di Brown poi Watt inchioda la bimane ed appoggia il 15 a 2 al 7'. Banks d'astuzia si prende un viaggio dalla lunetta che non fallisce, Brindisi con fatica prova a trovare il fondo della retina, 15 a 4. A sorpresa è Zanelli con due canestri dalla media a dare ossigeno all'attacco brindisino, ma Tonut da oltre l'arco chiude il primo quarto sul 18 a 8.

Tripla di Bramos in contropiede, con Venezia che anticipa e pressa, ma Zanelli guadagna tre liberi per il fallo di Daye 2/3 22-10 con 8'56". Gaspardo con l'aiuto della tabella e De Raffaele ferma il gioco con i suoi che stanno costruendo buoni tiri, ma non li stanno convertendo, 22 a 12 al 13esimo. Percentuali bassissime in questo avvio di secondo quarto (1/8 per l'Umana e 1/6 per l'Happy Casa) e la distanza tra le due squadre rimane invariata dopo i liberi di Banks, 24 a 14. Un ottimo Chappell si fa sentire nel pitturato mentre Brindisi continua a faticare a trovare continuità al tiro, 28 a 16 a 4' dall'intervallo. Torna sotto la doppia cifra di svantaggio la compagine di coach Vitucci con 5 punti consecutivi dell'uomo più atteso, Adrian Banks ed è 28 a 21. Timeout Venezia. La gara si accende, 2+1 di Watt da una parte e tripla di Thompson e 2/2 dalla lunetta di Banks dall'altra ed è 31 a 26 al 18esimo. Mazzola da oltre l'arco, Gaspardo in backdoor e Banks dalla linea della carità mandano le squadre all'intervallo sul 34 a 30.

Si rientra in campo con il 2/2 dalla lunetta di Watt e la tripla di Martin dall'angolo che regala il -3, 36 a 33. Non trema la Reyer, Watt e Bramos da sotto e Daye da oltre l'arco, nuovo +10 lagunare 43 a 33 e timeout Vitucci. Risponde l'Happy Casa, 0 a 4 tutto griffato Sutton, ma Bramos è un falco e si fa trovare sul lato debole ed appoggia il 45 a 37 di metà terzo quarto. Batti e ribatti in area poi Thompson da oltre l'arco e Campogrande dalla lunetta accorciano, 46 a 41 a 2'18'' dalla penultima sirena. Bramos si prende la linea di fondo e galleggia in area segnando il +7 che diventa 50 a 42 dopo l'appoggio di Watt e l'1 su 2 di Sutton. Non si segna più nell'ultimo giro di boa, 1 su 2 di Zanelli per il 50 a 43 al 30esimo.

Persa di Stone T. in apertura di ultima frazione, errore di Stone J. da oltre l'arco e tripla di Gaspardo del 50 a 46 del 31esimo. Risponde Daye dalla lunetta, ma  a far sorridere coach Vitucci è Campogrande, tiro dall'angolo e tripla per il -4, 55 a 51. Canestro di Watt su rimbalzo offensivo poi forzatura di Banks da una parte e tripla di Daye dall'altra che fa esplodere la panchina orogranata, 60 a 51 e timeout Brindisi. Ora la palla pesa tantissimo, Tonut da oltre l'arco punisce sulla sirena la difesa pugliese, Watt cancella Martin ed ancora l'esterno italiano ad allungare la forbice tra le due squadre, 65 a 51 al 35esimo. Banks non ha alcuna intenzione di alzare bandiera bianca, tripla frontale e liberi per il 65 a 56. Il tiro di Daye gira sul ferro poi Banks ancora da oltre l'arco realizza il -6. Daye sbaglia due volte la tripla dei titoli di coda e Stone J. spreca un ingenuo fallo antisportivo su Sutton che però non ringrazia e si resta sul 65 a 59. Martin si prende la linea di fondo ed inchioda il -4 a 1'32'' dalla fine. Doppio errore di Watt, ma Martin si fa strappare la palla da Chappell per il 65 a 61. Momento topico del match e Austin Daye è glaciale, tripla del 68 a 61 a 50'' dalla sirena finale. Fallo su Banks da oltre l'arco, 3/3 e 68 a 64 a 25" dal termine. De Nicolao non sbaglia dalla lunetta poi Brown sbaglia e Bramos inchioda la bimane della vittoria. 

Reyer Venezia-Happy Casa Brindisi 73-67

TABELLINI