LBA Finals - Milano crolla nell'ultimo quarto, la Virtus Bologna scappa 3-0

09.06.2021 22:47 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
LBA Finals - Milano crolla nell'ultimo quarto, la Virtus Bologna scappa 3-0

E' ormai tempo di Gara 3 di finale scudetto quella in programma stasera alla Segafredo Arena di Bologna tra Virtus Segafredo Bologna e A|X Armani Exchange Milano (palla a due alle ore 20.45, diretta su Rai Sport SD, Eurosport 2, Eurosport Player, Discovery + e Radio Rai). Le due formazioni ormai si conoscono benissimo, con la Virtus che conduce la serie al meglio delle sette partite per 2-0. Tra i bolognesi mancherà ancora Amedeo Tessitori, mentre l'Olimpia, accusato il deficit dell'infortunio di Malcom Delaney, deciderà il turnover di due stranieri nell'imminenza della palla a due come al solito.

Riscaldamento pre gara: in borghese Zach Leday, infortunato Malcon Delaney, in campo vanno Vlado Micov e Kaleb Tarczewski per l'Olimpia.

1Q - Due minuti senza canestri, compresa la stoppata di Gamble su Punter. Il duello Gamble-Tarczewski è la novità di serata, le difese sono intense e con 7'15" la tripla di Ricci muove il tabellino 3-0.

Abass allunga con un pregevole reverse. Weems fermato da Tarczewski con bella stoppata, poi Micov con 5'41" realizza un 2+1. Al 6' il canestro di Weems trova la replica di Shields che si sblocca in lunetta e sorpassa con la tripla un minuto dopo 7-8. Anche Weems da tre per il controsorpasso; Datome e un libero di Punter rilanciano Milano. Al 9' lo strappo firmato Belinelli-Hunter 4-0 è seguito dal gioco da tre punti di Micov 14-14. Shields per il +2 Armani, 1/2 di alibegovic e chiusura dello splendido Teodosic per il 17-16 al 10'.

2Q - Tarczewski lascia un gioco da quattro punti a Teodosic, Datome non va e Alibegovic segna con due rimbalzi d'attacco 23-16, così che Messina chiama timeout quasi al 12'. Due liberi di Hunter e la tripla di Belinelli portano il break virtussino sul 14-0 (28-16). Finalmente Punter guadagna tre liberi con 7'34" su Alibegovic 3/3. Belinelli replica dall'angolo con finta e bomba, così come Punter: 30-22 minuto per Djordjevic. Il riposo però porta bene all'Olimpia che piazza un parziale di 0-9 che al tiene 6' Bologna senza segnare e il sorpasso di Brooks da tre 30-31. Weems rovescia tutto con cinque punti in fila. L'Olimpia gioca tre volte la stessa azione con due rimbalzi d'attacco e Rodriguez piazza la bomba del -1 con 24 secondi alla sirena. Liberi per Pajola con 3,6 secondi 2/2 37-34 al 20', il tentativo di Micov non ha successo.

3Q - 1/2 ai liberi per Rodriguez in apertura secondo tempo, e Teodosic spara una tripla sanguinosa 40-35. Milano buca l'attacco, e la risposta felsinea è la tripla di Weems, liberissimo nella prefetta transizione Markovic-Teodosic e Messina chiama timeout al 22'. L'intercetto di Markovic e contropiede fa male 45-35. La Virtus perde banalmente due buone occasioni per allungare, e al 23' Datome chiude il parziale 8-0. Con 6'47" 2/2 di Weems e canestro da sotto di Alibegovic +12. Micov blocca lo strappo e Datome ne aggiunge cinque in fila e Djordjevic chiama timeout 49-44 con 4'41". Tecnico a Sasha Djordjevic per un fischio su Alibegovic: libero di Datome, 1/2 Shields dopo 2' a vuoto 49-46. Belinelli commette fallo su Datome, protesta ma gli va bene, Gigione fa 2/2 e tiene l'Armani a -1. Persa per la Virtus, persa per l'Olimpia. Datome su rimbalzo difensivo otttiene due liberi e con 1'25" Milano va a +1. Il break 0-13 viene chiuso dalla tripla di Weems al 30'. Pareggio di Shields, Biligha impedisce la tripla a Belinelli 52-52.

4Q - Weems e il contropiede di Abass con schiacciata esaltano la Segafredo Arena.

Messina rimette dentro Datome e Rodriguez in un amen, Abass ci aggiunge due liberi, Hines bravo da sotto a chiudere il 6-0. Alibegovic lancia a canestro Pajola al 32' 60-54. Shields accorcia ma Pajola sfidato si prende la tripla aperta e la punizione arriva 63-56 e con Teodosic e Markovic a riposare in panchina. Come Milano stecca l'attacco, arriva la punizione con la bomba di Weems +10 al 34'. Airball di Micov da otto metri, timeout Messina con 4'55" dopo il recupero della palla. Markovic penetra e col sottomano beffa Rodriguez +12. La tripla di Pajola fa doppio ferro, ma l'Armani non segna da 4'. La stoppata su Abass manda l'Olimpia ai liberi con Punter 2/2 con 2'51" alla sirena. Teodosic piazza la bomba, mentre il conto dei rimbalzi va in favore dei felsinei con un Weems dominante. A segno anche Gamble, doppio ferro anche per la tripla di Shields con 1'15" andando a esaurire le chances milanesi. C'è il tempo per un antisportivo su Gamble (0/2), entra anche Nikolic e Pajola mette la tripla con 45 secondi. Game over. Finisce 76-58, adesso gara 4.

Il commento: gli eroi sono stanchi e crollano fragorosamente ammirando la doppia cifra di punti di Alessandro Pajola. Per due volte la Virtus scappa in questa gara 3, per due volte l'Olimpia recupera e magari sorpassa. Peccao, perché a tratti l'Armani è anche bella e grintosa in difesa. Ma bastano 2' dell'ultimo quarto per vedere scoppiare fragorosamente i polmoni e i muscoli dell'Armani che perde il quarto per 24-6 con un Kyle Weems incontenibile. Niente altro da aggiungere, i playoff della LBA hanno quasi certamente fatto la vittima più illustre. Al fischio, gli applausi di Messina mentre va incontro a Djordjevic per i saluti, sono davvero sinceramente dovuti.

Virtus Bologna - Olimpia Milano 76-58 (3-0). Boxscore: 23p+10r Weems, 12 Teodosic, 10 Pajola, 7 Belinelli, 6 Abass, 5 Alibegovic, 4 Markovic e Hunter, 3 Ricci, 2 Gamble per Bologna. 14 Datome e Shields, 11 Punter, 8 Micov, 4 Rodriguez e Hines, 3 Brooks per Milano.