EuroLeague: due italiane nei playoff? Settimana quasi decisiva

31.01.2024 08:58 di Umberto De Santis Twitter:    vedi letture
EuroLeague: due italiane nei playoff? Settimana quasi decisiva
© foto di SAVINO PAOLELLA

Alla fine di questa settimana doppia di EuroLeague, con la 24a e la 25a giornata, mancheranno appena nove round alla fine della regular season, per cui i punti valgono già doppio, c'è da fare considerazioni sulle differenze canestri, da calcolare le chances a disposizione per la post-season delle sei+quattro= dieci che vi accederanno con modalità differenti (diretti ai playoff, passaggi al play-in). 

Virtus Bologna e Olimpia Milano si presentano questa sera con lo stesso obiettivo e modalità differenti, come profondamente differente è la classifica delle due squadre. Ma una azione vincente potrebbe regalare all'Italia di avere due squadre nei playoff del campionato continentale come non succede dal 2004-2005 quando ai quarti di finale si presentarono Benetton Treviso e Scavolini Pesaro, sconfitte entrambe per 2-0 rispettivamente da Tau Ceramica e Maccabi Tel Aviv.

In questo momento di difficoltà dal punto di vista fisico (quello sugli infortuni lo tralasciamo, visto che questo cahier de doleance è comune a tutte le squadre per i noti problemi di eccesso di partite giocate) l'obiettivo della Virtus Bologna non può che essere quello di non scivolare sotto i primi quattro posti in classifica, che significa avere la bella in casa nei quarti di finale, e sempre sperando che non si trovi davanti il Fenerbahçe, visto che contro Motley Hackett & C. non hanno trovato ancora un antidoto. Barcelona in trasferta e Partizan in casa: certamente i due punti contro Obradovic più importanti della difesa del secondo posto da un Grimau così in difficoltà col gioco dei blaugrana. Anche se pensare alla vittoria della Segafredo non è peccato, anzi. Ma senza dare enfasi al risultato in caso negativo.

La sconfitta nella 23a giornata della Virtus in casa del Fenerbahçe non è stata gradita dall'Olimpia Milano, che si ritrova un'altra avversaria nella corsa ai playoff avanti con un margine di 4 vittorie. Peccato, perché l'equilibrio che regna sovrano dal 13-10 del Monaco al 10-13 dell'Armani permette con un filotto di vittorie di ribaltare la classifica e fare qualcosa di più che guadagnare il vantaggio del campo in un play-in. E il rientro di Mirotic può dare una mano, anche se secondo noi sarà più interessante evitare che una eventuale assenza di Melli e Voigtmann sposti gli equilibri che faticosamente stanno cominciando a funzionare dopo il ritorno di Napier. Il segnale potrebbe venire domani sera, se si riuscirà a fare un proibitivo colpaccio all'OAKA, dove il record 9-3 del Panathinaikos ci dice che non è imbattibile. Ma necessaria è una vittoria a Istanbul contro l'Efes (9-14): non sappiamo se i due punti possano rilanciare la stagione della squadra turca aumentando il numero dei competitor al play-in, ma ci rendiamo conto che sarebbe uno stop quasi mortale per le speranze dell'Armani di raddrizzare una seconda stagione consecutiva in Europa cominciata male.