Mondiali di Maxibasket, subito Italia Over 65 vs USA

17.07.2019 20:09 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Mondiali di Maxibasket, subito Italia Over 65 vs USA

(di Mario Natucci). Con la pubblicazione del calendario degli incontri le tre formazioni azzurre più anziane fra le 11 iscritte sono entrate decisamente nel clima dei Mondiali, che si disputeranno a Espoo, in Finlandia, dal 27 luglio al 4 agosto. Nel loro bagaglio porteranno, assieme all’attrezzatura di gioco, tante speranze. Che, diciamolo subito, non sono campate in aria, sia per la preparazione assidua, cominciata in novembre, sia perché tutte e tre le squadre (Over 65, 70 e 75) si presentano ben rinforzate rispetto al passato. Per la verità i ‘matusa’ della Over 75 sono – nonostante l’avanzata età – degli esordienti, ma sono abbastanza saggi (l’età serve!) per non emozionarsi. In ogni caso tutte e tre le formazioni possono aspirare al podio.
 Le prime due di ogni girone passeranno alla fase successiva, le altre parteciperanno a un torneo di consolazione.

GIRONE OVER 65: Italia, Cile e USA. Formazione azzurra: Mario Cadamuro Morgante, Lele Camorani, Renzo Carnevali, Ferruccio Gabelli, Carlo Gallana, Mimmo Giroldi, Claudio Grasso, Giorgio Moretuzzo, Roberto Pecorelli, Toni Stefani, Lucio Tirapelle, Gianni Trevisan, Marco Veronesi, Edilio Camera. Coach: Trevisan assistito da Giorgio Papetti.
Calendario: sabato 28 vs USA, domenica 29 vs Cile.
Il calendario ha riservato all’avvìo un’avversaria molto tosta, gli USA campioni in carica. L’incontro  è fissato per domenica 27. Il giorno dopo gli azzurri affronteranno il Cile.
Gli americani sono i favoriti per il titolo. Fra di loro gioca Tom Chestnut, che alle spalle ha non solo un buon passato di giocatore, ma anche di grosso dirigente Nba (è stato per cinque anni presidente dei Cleveland Cavaliers). E’ stato lui a formare la squadra, reclutando gli elementi migliori e più in forma in tutti gli Stati della nazione. Italia e Usa Over 65 si sono affrontati ai mondiali di Montecatini. Il confronto restò in equilibrio cinque minuti, dopo di che la partita in pratica finì per lo strapotere americano sia atletico, sia tecnico.
 Gli americani si sbagliano, però, se pensano di trovare un’Italia dello stello livello. Da allora sono cambiate tante cose. Coach  Trevisan ha trovato quest’anno ottimi giocatori e, ciò che più conta, ha saputo prepararli bene. La gara successiva col Cile non dovrebbe essere un grosso ostacolo, visto che ai mondiali di due anni fa gli azzurri vinsero con relativa facilità. Ma la partita è importante per la conquista del secondo posto nel girone, essenziale per accedere alla fase successiva.


GIRONE OVER 70: Italia, Finlandia, Russia A, Germania A. Formazione azzurra: Edi Bramuzzo, Claudio Cavallini, Giuliano Ceper, Nino Comelli, Augusto D’Amico, Paolo Gambardella, Pino Maresca, Massimo Paronuzzi, Silvano Polo, Roberto Quercia, Dino Rama. Coach: Gianfranco Sanesi. 
Calendario: sabato 27 vs Finlandia, domenica 28 vs Russia A, martedì 30 vs Germania A.
Questa squadra ha mancato il bronzo (per un solo punto, con Brasile) ai Mondiali di due anni fa, e ha conquistato l’argento lo scorso anno agli Europei dietro i russi. In questo modo l’Italia ha acquisito il diritto di essere considerata fra le più qualificate. Di conseguenza è stata inserita in un girone in cui non c’è la formazione favorita, cioè gli Usa. Il calendario è stato abbastanza generoso, i  nostri ‘inossidabili’ possono perciò puntare al primo posto. Certo, c’è da battere la Russia campione d’Europa, ma i nostri sono meglio attrezzati rispetto allo scorso anno. E la differenza fra Italia e Russia, rivelatasi non grossa agli Europei, può essere ribaltata. Per il resto la Finlandia non dovrebbe rappresentare un grosso ostacolo, così come la Germania A, affrontata e superata lo scorso anno agli Europei.

Buone speranze - Una volta superata – come tutti ci auguriamo - la prima fase, l’Italia dovrà prima o poi fare i conti con gli USA. Non sarà una gara facile, ma certo sarà meno difficile da quella svoltosi ai mondiali di due anni fa in semifinale, quando gli azzurri uscirono dal match a testa alta, superati per 65-50, con un passivo di 15 punti maturato soprattutto nella seconda metà della gara, quando i nostri erano molto stanchi, anche perché il coach di allora Tonino Zorzi - allergico ai cambi  - aveva fatto giocare sei – sette giocatori. Senza contare che in quell’Italia Over 70 giocavano elementi Over 75. Cavallini, che restò in campo per 40 minuti, segnò la bellezza di 24 punti.


GIRONE OVER 75: Italia, Lettonia, Australia, USA B. Formazione azzurra: Dario Borgato, Nino Bevacqua, Mauro Brancaccio, Alessandro Ciarlo, Achille De Angelis, Guido Lorenzetti, Mauro Natucci, Vasco Properzi, Diomede Tortora, Claudio Turra, Peppe Vento . Coach: Ugo Schiavo.
Calendario: sabato 27 vs Lettonia, domenica 28 vs Australia, martedì 30 vs USA B.

Esordienti con i capelli bianchi – La nazionale Over 75 è absolute beginner in una competizione internazionale FIMBA. Ma questi azzurri sono decisamente maturi - in tutti i sensi – e non hanno certo complessi o paure. Anche perché Turra e Zanardi e Vento hanno già acquisito una buona esperienza con la maglia della Over 70. Non sarà in campo, invece, Giorgio Cedolini, un altro che aveva partecipato – alla grande - ai precedenti campionati FIMBA. Peccato, si tratta di un’assenza che non ci voleva. Dopo essersi fatto operare a un ginocchio (il secondo in due anni), ‘Cedo’ ha faticato più del previsto nella rieducazione. Ce l’ha messa tutta, ma non è bastato. Ma non si arrende per così poco: il prossimo anno, potete giurarci, sarà pronto per gli Europei di Malaga.  Si tratta di un battesimo del fuoco che più internazionale di così non potrebbe essere, visto che questa nazionale Over 75 affronterà formazioni di tre continenti diversi. Nell’altro girone figura la squadra USA A. Ma questo non vuol dire che gli americani si accaparreranno oro e argento. Nella fase successiva dovranno affrontarsi una contro l’altra e andrà avanti solo la più meritevole.
 Fra gli azzurri ci sono due ottantenni, Ciarlo e Brancaccio, che, con il rientro di Cedolini, possono essere i primi elementi di una futura nazionale Over 80. Sì anche gli ultraottantenni disputano il mondiale in Finlandia. E chissà che, di questo passo non si arrivi presto alla categoria Over 85, non poniamo limiti. Gli azzurri delle tre categorie più anziani hanno rifinito la preparazione prima al torneo di Cento e poi nello stimolante ritiro di tre giorni a Piancavallo (Pordenone). Tutto procede secondo i piani.

Alla spedizione azzurra parteciperà il fisioterapista Massimiliano Paoltroni, ormai alla sua terza esperienza internazionale con gli “Over” azzurri. Un fisioterapista solo basterà per tre squadre? Certo, avrà un bel po’ di lavoro da fare. Ma non fasciamoci la testa prima di rompercela.
Mario Natucci