Lega A - A Varese pugno duro contro le tifoserie: dopo Cantù nemmeno quelli della Virtus Bologna

12.01.2019 10:23 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 1388 volte
Lega A - A Varese pugno duro contro le tifoserie: dopo Cantù nemmeno quelli della Virtus Bologna

È stata comunicata ieri la decisione della Prefettura di Varese: i biglietti per la sfida tra Openjobmetis e Virtus Bologna di domenica non sono acquistabili dai residenti in Emilia Romagna. Perciò, lo spicchio del Palasport di Masnago che era già rimasto vuoto per la forzata assenza dei tifosi canturini rimarrà tale una seconda volta perché i supporters bolognesi dovranno rimanere a casa. Il ricordo degli scontri che avevano caratterizzato l'ultima sfida tra Varese e Bologna nello scorso aprile ma a campi invertiti sommato ai recenti tragici avvenimenti calcistici avvenuti a Milano ha fatto pendere la bilancia verso il provvedimento. Dopo il pugno duro di Proli e dell'Olimpia contro certi tifosi del Forum, i segnali di insofferenza del mondo della pallacanestro verso atteggiamenti non "salottieri" di frange di spettatori si moltiplicano. Certamente è un bene che va utilizzato per attirare nuovo pubblico.