LBA - La scelta prestigiosa della Virtus Bologna

Torna il Daweball sulla sospensione del campionato di Serie A.
08.04.2020 14:10 di Davide Trebbi Twitter:    Vedi letture
LBA - La scelta prestigiosa della Virtus Bologna

Non si gioca più, tutto concluso per tutelare la salute di tutti, il comunicato della Federazione Italiana Pallacanestro. 

Una scelta coraggiosa, storica, creando inevitabili dispute tra gli appassionati principalmente su i social, visto l’ordinanza di quarantena forzata. 

Oltre al consenso di tale disposizione cestistica, vi sono formate due fazioni: i speranzosi per dar un senso sportivo alla competizione ed i liquidatori per dar subito un premio a fin ora si era sforzato.

La pandemia non permette calcoli futuri, solo la terribile convivenza di vita senza saper l’epilogo.  

Così ogni polemica sull’ultimo articolo del sottoscritto, ora ha un sapore diverso, non avendo ovviamente capito il motivo perchè ho coinvolto la Virtus Bologna.

Il cinismo nel forzare una risoluzione premiando chi in testa, è quanto più lontano dall’idea di sportività e d'identità bianconera.

L’avvocato Porelli prestava sportivamente il virtussino Marco Bonamico alla rivale Olimpia Milano, il competitivo Cazzola ha sempre preteso di vincere lottando sul campo.

Segafredo Zanetti si aggiunge a questa lista passando dalle parole ai fatti, non reclamando un impudente posizione ma premiando i veri vincitori di questo periodo: i medici ed infermieri di tutta Italia.

Una risposta chiara decisa all’equivoco dello scorso editoriale, meravigliosa, in contrasto con le interpretazioni di molte testate online nella speranza di trovar più visualizzazioni e polemiche nelle proprie pagine social.

Un intento passato quindi istituzionale, senza nessun secondo fine e lodevole per il futuro del basket italiano.  

Una conclusione quella della FIP e posizione Virtus senza nessuna obiezione e riconoscendo l’esito, visto il momento.

Non è una sospensione senza decisione, è una forma di rispetto.