Minuti per gli italiani & premi FIP: Brescia e le altre che si dividono la torta

13.05.2020 16:10 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Minuti per gli italiani & premi FIP: Brescia e le altre che si dividono la torta

La Germani Basket Brescia (nella foto Laquintana in un duello con Fantinelli della Fortitudo Bologna) è al primo posto con il 44.4 % per l’utilizzo dei giocatori di cittadinanza e formazione italiana Under 28 nella stagione 2019-20, dichiarata conclusa anzitempo a causa della emergenza COVID 19, seguita dalla De’ Longhi Treviso con 41.3%. La Dolomiti Energia Trentino è al terzo posto con 33.2%; al quarto posto la Carpegna Prosciutto Basket Pesaro con il 30.6% e la Pompea Fortitudo Bologna con il 28%.

Queste cinque formazioni si divideranno il premio di € 350.000,00 previsto per le Società che hanno optato esclusivamente per la formula del 5+5 e che hanno ottenuto la migliore percentuale di utilizzo degli atleti di cittadinanza e formazione italiana Under 28 (il calcolo di tale percentuale viene effettuato dividendo i minuti giocati da tali atleti per i minuti complessivi disputati).

Il calcolo, previsto inizialmente al termine della ventisettesima giornata di campionato, su proposta della Lega Basket alla FIP è stato effettuato considerando le sole gare del girone di andata. Nel calcolo viene considerato l’utilizzo degli atleti Over 28 che abbiano preso parte a gare ufficiali con la Nazionale italiana maggiore nelle ultime 3 stagioni sportive (2018/2019, 2017/2018 e 2016/2017).

Per quanto riguarda invece il minutaggio degli Under 25 il Banco di Sardegna Sassari è al primo posto con 41.2% seguito dalla Carpegna Prosciutto Basket Pesaro con il 24.4%, OriOra Pistoia con 18.6%, De’ Longhi Treviso con 11.6% e Germani Basket Brescia con 9.5%.
Il premio di € 150.000,00 è previsto solo per le Società che hanno optato esclusivamente per il 5+5 e che hanno ottenuto la migliore percentuale di utilizzo degli atleti di cittadinanza e formazione italiana Under 25 (il calcolo di tale percentuale viene effettuato dividendo i minuti giocati da tali atleti per i minuti complessivi). Da considerare che i minutaggi degli atleti Under 21 sono moltiplicati per 2 mentre i minutaggi degli atleti Under 25 che sono stati tesserati almeno due stagioni utili al completamento della formazione per la propria società sono moltiplicati per 3 (i moltiplicatori non possono essere cumulabili e si considera il valore più alto).