A1 Femminile - Dinamo Women, Restivo “Grande partita delle ragazze, ma ora testa a Gara 2”

18.04.2021 00:06 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
A1 Femminile - Dinamo Women, Restivo “Grande partita delle ragazze, ma ora testa a Gara 2”

Al PalaSerradimigni le Dinamo Women hanno firmato una delle migliori prestazioni stagionali imponendosi 74-60 su Broni nella prima sfida dei playout della Techfind serie A1: è contento coach Antonello Restivo consapevole però che già da domani nel mirino ci sarà Gara 2.

 “Nei playout è così _spiega il tecnico sardo_ appena finita la partita sei contento ma sai che un minuto dopo devi ricominciare tutto da zero, pensare che non sia accaduto niente. Noi abbiamo fatto una partita pazzesca soprattutto dal punto di vista della determinazione, concentrazione, voglia e dedizione. Abbiamo fatto delle difese incredibili: mi viene da sorridere perché ho detto che ci siamo allenati tutta la stagione per farle così. Sono contento perché è un attestato di quanto le ragazze tengano a questa maglia e vogliano giocare per questa società fino in fondo. Penso sia la cosa più bella. Ora andremo a gara 2 e sappiamo sarà tostissima perché come ho detto loro delle 4 squadre ai playout è la più attrezzata e, ad un certo punto della stagione, non doveva neanche essere in questa zona della classifica. Andremo li, faremo la nostra partita e cercheremo di mettere qualche sassolino nei loro ingranaggi, proveremo a mettere qualcosa dentro per portarla via”.

Nella post season si è vista la migliore Michaela Fekete della stagione, a referto con 28 punti e 12 rimbalzi, e una grande dedizione da parte di tutta la squadra.

“Lo diremo a stagione finita _spiega Restivo_ ma già in precedenza ho sottolineato che Michaela è cresciuta tanto: questa sera ha fatto una grande partita ma è da un po’ che sta facendo cose eccezionali. Quando abbiamo iniziato a lavorare con lei a Olbia era abituata a stare dietro la linea dei tre punti, non sapeva che esistessero i 3 secondi in attacco, questa dimensione -che all'inizio non sentiva sua- che le abbiamo creato è stato un vantaggio: ha compreso di doverci mettere un po’ di cattiveria e questo le ha permesso di crescere esponenzialmente. Sta facendo bene e sono state brave le compagne che hanno sempre avuto grande fiducia in lei anche quando non faceva grandi prestazioni. Poi la pallacanestro è questa: quando sei in fiducia in attacco poi fai anche quei due-tre recuperi in difesa alla fine in post basso che ha anticipato l’avversaria che avrei pagato a inizio anno per vedere”.