A1 F - O.ME.P.S. Givova Battipaglia, un cuore immenso non basta: sconfitta beffarda con Lucca

11.03.2019 08:12 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 122 volte
A1 F - O.ME.P.S. Givova Battipaglia, un cuore immenso non basta: sconfitta beffarda con Lucca

Nell’incontro valevole per la ventunesima giornata del campionato di serie A1 femminile “Sorbino Cup”, la O.ME.P.S. Givova Battipaglia, nonostante una prestazione encomiabile ed un cuore immenso, viene sconfitta in maniera beffarda da Lucca. Allo Zauli, finisce 64-65.  
L’inizio del match è piuttosto spumeggiante. Le due squadre segnano tanto affrontandosi a viso aperto. Il primo tentativo di fuga è di Battipaglia che, grazie all’ottimo inizio di Simon, dopo meno di tre minuti è già sul +5 (9-4). Ma Lucca non ha alcuna intenzione di far scappar via le padrone di casa e reagisce prontamente: sono i canestri di Treffers, in particolar modo, a ricucire immediatamente lo strappo. Al 4′ si è sul 10 pari, a metà frazione sul 14-14. Il match è molto bello. Nella seconda metà del periodo permane il sostanziale equilibrio, anche se si segna leggermente di meno. Al 9′, un drammatico colpo di scena, il primo di serata in casa Battipaglia: Brown, rientrata oggi, a seguito di un movimento brusco, si infortuna nuovamente allo stesso ginocchio infortunatosi a dicembre. Il contraccolpo è pesante e inevitabile e Lucca prova a scappar via concludendo avanti di 4 il primo quarto (21-25) anche grazie ad un’ottima Gatti (9 punti per lei nella prima frazione).
Il primo canestro del secondo quarto arriva dopo quasi quattro minuti ed è una tripla di un’assai positiva Simon (24-25 al 14′). In questa fase si segna pochissimo, ma il match è molto intenso. Battipaglia, insomma, prova a non farsi condizionare dalla pesante uscita di Brown, ma non è facile: a metà periodo, infatti, Lucca vola sul +5 (27-32) anche a causa delle difficoltà realizzative manifestate, in questa frazione, dalle padrone di casa … difficoltà che si acuiscono nella seconda metà del periodo: al 18′, dopo una tripla di Gatti, le ospiti toccano le 10 lunghezze di vantaggio (29-39) prima che una tripla di Handy accorci le distanze e cristallizzi la situazione a fine primo tempo. All’intervallo lungo, le toscane sono avanti di 7 (32-39).
Nonostante le avversità, Battipaglia prova a reagire. L’inizio del terzo periodo è piuttosto positivo per le padrone di casa che, al minuto 24, hanno ridotto di due lunghezze il proprio divario (-5, 36-41). Lucca, però, ricaccia immediatamente dietro la O.ME.P.S. Givova. A metà frazione, le ospiti sono sul +8 (36-44). Battipaglia ora è in difficoltà, specie in fase offensiva: nei primi 7 minuti del periodo, i punti realizzati sono appena 6 (anche perché Simon non trova il canestro con la frequenza del primo tempo) il che permette alle ospiti di allungare ancora (38-47 al 27′). Negli ultimi tre minuti della frazione, capitan-Trimboli prova a suonare la carica riportando le biancoarancio sul -6 (42-48), ma le ospiti non si disuniscono e chiudono il terzo quarto con un discreto vantaggio (8 punti). Al 30′, il punteggio è di 44-52.
Nell’ultimo quarto succede di tutto. Negli ultimi 10 minuti Battipaglia è splendida e sfortunata. L’ultimo periodo inizia con una scatenata Simon che ritrova la brillantezza del primo tempo e, con 5 punti consecutivi, riporta Battipaglia sul -3 (49-52) infiammando lo Zauli. Le biancoarancio non si fermano qui: un gioco da tre punti di Trimboli significa aggancio. Al 32′ il punteggio è di 52 pari. Il match, ora, è da brividi. Al 34′ siamo ancora pari (54-54). Al 35′ Lucca è avanti di 1 (55-56). Al 36′ è Battipaglia ad essere avanti di 1 grazie ad un canestro di Simon (57-56). Gli ultimi minuti sono incandescenti e, per Battipaglia, nuovamente drammatici a causa del secondo grave infortunio di serata: questa volta è Mataloni a farsi male. Ma Battipaglia ha un cuore immenso e lo mette tutto in un finale al cardiopalmo. A 10 secondi dal termine, sul 61-63 per Lucca, Handy subisce fallo sul tentativo di tiro da tre: la britannica fa 3/3, riporta la O.ME.P.S. Givova avanti di 1 (64-63) e fa sognare lo Zauli. Ma, a 3 secondi e 7 decimi dal termine, un canestro dalla media distanza di Treffers condanna Battipaglia ad una dolorosa ed immeritata sconfitta. L’ultimo possesso delle biancoarancio, infatti, non sortisce alcun effetto. Allo Zauli, il finale dice 64-65 per Lucca. Ma una encomiabile e meravigliosa Battipaglia esce tra i meritatissimi applausi dei propri tifosi.   

O.ME.P.S. GIVOVA BATTIPAGLIA
Mataloni 6, Handy 13, Simon 31, Del Pero 1, Trimboli 11, Scarpato, Sasso, Mazza, Brown 2, El Habbab, Cremona. Coach: Matassini.
GESAM GAS&LUCE LUCCA     
Vaughn 14, Graves 4, Ravelli, Treffers 15, Gatti 16, Orazzo 16, Reggiani, Ngo Ndjock, Salvestrini, Diene. Coach: Serventi.