Dopo ben 13 anni Brescia ritrova il basket che conta

29.06.2009 11:04 di Roberto Bernardini  articolo letto 3029 volte
Fonte: La Prealpina

Cresce la curiosità attorno all’iniziativa Virtus Brescia: respinto dal Consiglio Federale il passaggio del titolo di B1 della Juvi Cremona a Ruvo di Puglia, il presidente Bonetti ha infatti trasferito l’A dilettanti grigiorossa nella sua città natale (domani i vertici Fip dovrebbero dare il via libera alla scissione). Occasione ghiotta per riportare il basket che conta nella città della Leonessa 13 anni dopo la chiusura del Basket Brescia: la base del settore giovanile era già "operativa" in città da un paio di stagioni, ora però bisogna riempire la "scatola vuota" (che giocherebbe al centro sportivo San Filippo). «A Brescia c’è grande voglia di basket ed è in corso un’opera di sensibilizzazione per trovare risorse - conferma Bonetti - Da parte mia porterò il titolo e le giovanili ma servono forze fresche per allestire il budget e costruire la società». A guidare la nuova aggregazione dovrebbe essere Adriano Furlani (coach dell’ultima Juvi che ha ancora contratti con Quaroni e Filattiera); a livello dirigenziale dovrebbero operare Pippo Taccola e Marco Solfrini (storico giocatore del Basket Brescia), la pietra angolare della squadra dovrebbe essere la bandiera locale Nicola Minessi ma senza certezze a livello economico è tutto "in divenire".