Mens Sana Spa, Minucci e Timeout: si va al patteggiamento

15.03.2019 17:42 di Umberto De Santis Twitter:    Vedi letture
Mens Sana Spa, Minucci e Timeout: si va al patteggiamento

Arrivano le ultime novità sul processo Timeout, relativo alla distrazione di disponibilità finanziarie della Mens Sana Basket Spa che hanno poi portato al fallimento della stessa. La difesa di Ferdinando Minucci ha riproposto nell'ultima udienza la richiesta di patteggiamento che a suo tempo fu respinta dal giudice delle indagini preliminari. Sembra che la motivazione di allora ovvero "il non aver sanato il debito tributario dell'imputato come conditio sine qua non per accedere al patteggiamento" sia venuta a cadere, e anche il Pubblico ministero Nastasi avrebbe riconosciuto che "nel caso non vi è identità tra contribuente (Mens Sana) e imputato (Minucci), e il fisco può pretendere soldi solo dal contribuente". Il fulcro dell'azione penale contro Minucci si concentrerebbe quindi nella creazione di fondi non contabilizzati per pagare a nero le prestazioni degli atleti che erano stati ingaggiati, senza che siano state riscontrate operazioni volte all'arricchimento personale, e su altri reati connessi. All'ex presidente biancoverde sono già stati sequestrati beni per un milione di euro circa e lo stesso avrebbe chiuso il contenzioso con il curatore fallimentare della Mens Sana Spa con il versamento di 680.000 euro. Perciò nel dibattimento è stata concordata una pena di 4 anni e 10 giorni di reclusione, che il giudice dovrà decidere di accogliere o meno nell'udienza che si terrà il prossimo 7 maggio.