A2 - Capo d'Orlando attende l'arrivo dell'Apu Udine

04.12.2020 23:49 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
A2 - Capo d'Orlando attende l'arrivo dell'Apu Udine

Anticipo in programma sabato 5 dicembre alle ore 21:00 al PalaFantozzi di Capo d’Orlando (Me). In campo Orlandina Basket  e Apu Udine nella gara valida per la sesta giornata di Serie A2 Old Wild West nel girone Verde. Arbitri: Moretti, Bonotto, Doronin. Nelle fila dei friulani completamente recuperato Marco Giuri, al pari di Andrea Amato che raggiungerà nella giornata di venerdì i compagni a Capo d’Orlando dopo essere stato costretto a saltare le sfide con Treviglio e Trapani a causa di una faringotonsillite. Rimane fuori causa, invece, Matteo Schina, mentre è vicinissimo al rientro John Paul Onyekachi Agbara, che ha preso parte alla lunga trasferta siciliana.

QUI CAPO D’ORLANDO
Marco Sodini (allenatore) – “Abbiamo già due partite sulle spalle e al PalaFantozzi arriva una corazzata come Udine, una delle poche squadre che ha un allenatore che può condizionare una partita, se non una stagione: Matteo Boniciolli. Udine è certamente una squadra costruita per andare su. Noi invece abbiamo bisogno di un piccolo passo in avanti, dopo la partita contro Tortona. Al PalaFantozzi arriva una squadra che ha Giuri e Amato come play, Dominique Johnson come go-to-guy, il nostro beneamato Joseph Mobio insieme all’altro ex Pellegrino, oltre ottimi giocatori di complemento: un team costruito per la promozione. Noi abbiamo bisogno di avere continuità sui 40 minuti, di giocare la nostra pallacanestro e non subire la fisicità altrui. Nella partita contro Tortona, nonostante la sconfitta, i ragazzi hanno fatto ottime cose. In settimana i ragazzi sono stati assolutamente esemplari, quindi mi aspetto un piccolo passo in avanti per la nostra Orlandina, che possa diventare un balzo enorme nella nostra consistenza per un campionato futuro”.

QUI UDINE
Carlo Finetti (assistant coach) – “L’approccio alla gara che ci è mancato a Trapani, soprattutto nella metà campo difensiva, sarà sicuramente uno degli aspetti da migliorare per la partita di sabato e per il nostro percorso stagionale. Capo d’Orlando è una squadra a trazione statunitense che ha nella coppia Jordan Floyd-Xavier Johnson i due terminali offensivi principali della squadra”.

Joseph Yantchoue Mobio (giocatore) – “Ci attende una partita sicuramente non semplice, perché loro sono un team giovane e che gioca sempre con tanta energia, oltretutto allenato molto bene. Dovremo stare attenti dal primo all’ultimo minuto e soprattutto dovremo cercare di pareggiare la loro foga. Per quanto mi riguarda sarà particolarmente emozionante ed entusiasmante affrontare la squadra nella quale ho militato nelle ultime due stagioni”.