Lega A: Brindisi vicina a un nuovo palasport. Ecco il crono programma.

14.06.2019 16:04 di Dario Recchia   Vedi letture
Lega A: Brindisi vicina a un nuovo palasport. Ecco il crono programma.

 

Con la firma del protocollo di intesa di oggi tra Regione Puglia e Comune di Brindisi si sono poste le basi per la costruzione di un nuovo palasport di almeno 5000 posti che potrebbe vedere l’Happy Casa Brindisi disputare le sue gare interne già a partire dalla stagione 2021-22. Un progetto finanziario che si basa sulla possibilità da parte della Regione Puglia attraverso Puglia/sviluppo di poter accedere a fondi regionali (45 % del totale a fondo perduto) e il Credito Sportivo che, con un tasso agevolato, potrebbe elargire il mutuo alla impresa aggiudicataria della gara. Nel protocollo d’intesa firmato oggi la Regione Puglia si impegna,  tra le altre cose, a garantire la conclusione dei procedimenti di propria competenza in materia ambientale e a finanziare l’iniziativa con Programmi Integrati di Agevolazione del comparto Turismo che abbiano l’obiettivo di destagionalizzazione dei flussi turistici anche mediante la realizzazione di infrastrutture sportive idonee a ospitare eventi nazionali e internazionali. Viceversa, il Comune di Brindisi  si impegna a espletare avviso pubblico per l’individuazione di un soggetto promotore per la realizzazione e la gestione della struttura e di tutti i passaggi politico/amministrativi atti  alla contrattualizzazione del soggetto aggiudicatario della realizzazione dell’opera. Abbiamo voluto chiederne di più all’Assessore allo sport  del Comune di Brindisi Oreste Pinto per capire realmente i tempi tecnici per la costruzione del nuovo palazzetto. “Questa mattina – ci confida l’Assessore Pinto – ero visibilmente emozionato perché da tifoso, da giornalista e da brindisino so cosa vuol dire avere una nuova struttura. Agli addetti ai lavori permetterà di lavorare meglio in una tribuna stampa degna di tale nome, ci sarà la possibilità di un ricambio generazionale all’interno del palazzo con tanti ragazzi e famiglie che potranno seguire la pallacanestro, potremo ospitare i tantissimi tifosi di basket della Puglia ma, soprattutto, potremo dare una adeguata sistemazione ai portatori di handicap che frequentano il palazzetto dello sport”. E i tempi di realizzazione? “ Abbiamo un crono programma che prevede 30 giorni per l’avviso pubblico, 20 giorni per le valutazioni tecniche-economiche, 20 altri per la conferenza di servizi preliminare, 30 giorni per la delibera di approvazione del Consiglio Comunale e altri 60 per la trasmissione del progetto definitivo.  A seguire altri 90 giorni per la conferenza di servizi decisoria per l’approvazione del progetto e 30 per la pubblicazione del verbale conclusivo. Infine potrebbero occorrere altri 150 giorni  per l’espletamento delle procedure di selezione del soggetto attuatore e 60 per la sottoscrizione del progetto. E da lì circa 1 anno per l’esecuzione dei lavori. Questi, ovviamente, i tempi massimi ma nulla vieta che gli stessi passaggi potrebbero essere realizzati con una tempistica più celere”. La speranza, a oggi, è che vi siano dei progetti disponibili perché solo con l’ausilio di alcuni privati si potrà realizzare il tutto. Va dato oggi che questa amministrazione sta avviando tutti i passaggi che potrebbero, in periodo di magra, far decollare per davvero questo progetto che darebbe al basket brindisino una nuova casa insieme ad un palaeventi usufruibile per le tante attività che si potrebbero organizzare. Ora bisognerà solo seguire attentamente tutti i passi del crono programma e, magari, poter finalmente brindare a un opera che potrebbe rappresentare tanto non solo per il basket ma per tutta la città di Brindisi.

Dario Recchia