NBA - 31 maggio 2007, la nascita del mito di LeBron James

31.05.2019 16:14 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
NBA - 31 maggio 2007, la nascita del mito di LeBron James

Fino a quel 31 maggio 2007, LeBron James aveva soltanto rappresentato la precocità nella frantumazione dei records NBA. Era fantastico da ammirare, un giocoliere, un vero fenomeno ma non aveva ancora lanciato il segnale che tutto, nella storia della Lega, sarebbe cambiato in maniera definitiva. Quella sera all'Auburn Hills di Detroit, all'età di 22 anni e 152 giorni, The King produrrà la prima grande partita della sua carriera, l'atto costitutivo della sua leggenda.

Gara 5 di Eastern Conference Finals. Pistons, l'avversario scomodissimo: campione 2004, finalista 2005. La leggenda nelle statistiche: 48 punti con  18/33al tiro, 9 rimbalzi, 7 assist. La partita finisce 91-91 e dà vita a due tempi supplementari, che si chiudono con la vittoria dei Cavaliers per 109-107. LeBron James segna tutti gli ultimi 25 punti della sua squadra. Steve Kerr, che a quel momento commentava la partita in diretta televisiva disse solo: "È incredibile. È Jordanesco!"

"Abbiamo provato di tutto e con tutti" ha ricordato Chauncey Billups per The Undefeated . "Tayshaun Prince era su di lui da molto tempo, poi LeBron ha preso fuoco. Rip Hamilton voleva prenderlo, così LeBron ha preso fuoco. Così ho deciso di andare ... Ha dovuto metterlo sotto pressione, provare qualcos'altro. Mi ha fumato ... Abbiamo onestamente provato tutto, ma con i grandi giocatori, succede."