A1 Femminile - Costa Masnaga affonda, rimonta e poi sfiora l'impresa

24.01.2021 20:00 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
A1 Femminile - Costa Masnaga affonda, rimonta e poi sfiora l'impresa

Non arriva la prima vittoria del 2021 per le pantere, che sfiorano l'impresa con San Martino di Lupari: dopo essere andate sotto anche di venti punti, la Limonta Costa Masnaga rimonta e sogna il sorpasso, ma non riesce mai nell'aggancio definitivo.

Partenza in quintetto per il nuovo acquisto Laura Spreafico, mentre San Martino risponde con il duo di "fuoco" Sulciute e Anderson: il primo quarto è un batti e ribatti continuo, con le buone iniziative di Spinelli,Spreafico Del Pero. Pantere e lupe che, tra sorpassi e controsorpassi, finiscono la prima frazione sul 20-24. Nel secondo quarto, purtroppo, la Limonta Costa Masnaga fatica a trovare il canestro, mentre in difesa non riesce a contenere le esterne di San Martino, che arrivano con troppa facilità al ferro. Le venete dominano, mentre le padrone di casa devono fare i conti pure con l'espulsione di coach Seletti, reo di aver protestato troppo dopo un fischio avverso degli arbitri.

Sotto di 17 punti alla pausa lunga, Anderson e Toffolo allargano ancora di più la forbice in apertura di terza frazione. La Limonta Costa Masnaga, però, guidata in panchina da coach Pierangelo Rossi, non vuole saperne di alzare bandiera bianca e inizia una furiosa rimonta. Jablonowski, Matilde Villa e Nunn fanno -12, 41-53. La panchina di Costa porta in dote quell'entusiasmo che mancava, non facendo quasi rimpiangere il caldissimo pubblico masnaghese, ma Anderson e Ciavarella sono chirurgiche nel rispedire a -16 le pantere. Match congelato? Assolutamente no, dato che Nunn ne mette cinque in fila e il match si riapre nuovamente. N'Guessan ringhia in difesa e anche Vittoria Allievi si iscrive a referto, con la zampata di Spreafico fa -9, 52-61. La partita sale d'intensità e gli animi si scaldano inevitabilmente: tecnico a Ciavarella, ma Spreafico e Spinelli non sfruttano l'occasione dalla lunetta. Poco dopo, però, il nuovo volto di Costa si rifà, sempre dalla "linea della carità": fallo sul tiro dalla lunga distanza a una manciata di secondi dallo scader della terza frazione e due liberi su tre mandati a segno: 54-63 al 30'.

L'ultimo quarto è palpitante e le emozioni non mancano: Nunn, Spinelli e Matilde Villa portano le pantere a -4, ma Fietta e Sulciute rispondono d'autorità per San Martino, 59-67. Quella che sembrava una partita ormai da archiviare, però, diventa un testa a testa che si gioca anche sui nervi. Nunn e capitan Del Pero suonano la carica, raschiando dal barile energie insperate: le pantere, però, trovano ancora Fietta, prima, e Toffolo, poi, sulla loro strada. Ancora una volta sembra finita, eppure la Limonta Costa Masnaga mostra un carattere da grande: Matilde Villa e Del Pero provano a riaccorciare, ma sul più bello San Martino trova in Fietta e Toffolo ancora una volta le carte vincenti per ricacciare indietro le pantere. Pasa e Anderson riallungano, Del Pero prova l'ultimo aggancio, ma alla fine la spuntano le ospiti, nonostante i 50 punti segnati nel secondo tempo dalle pantere. Finisce 79-84.



LIMONTA COSTA MASNAGA: Spreafico* 12 (1/2, 2/8), E. Villa ne, M. Villa* 15 (5/8, 0/2), Osazuwa NE, Del Pero* 15 (1/5, 4/4), Jablonowski 7 (2/4, 1/2), Spinelli* 4 (1/4, 0/1), Allievi 2 (1/4 da 2), Labanca, Toffali 2 (0/1 da 2), N'Guessan 2 (0/1 da 2), Nunn* 20 (6/9, 2/3). Allenatore: Seletti P.

Tiri da 2: 17/38 - Tiri da 3: 9/20 - Tiri Liberi: 18/29 - Rimbalzi: 35 8+27 (Nunn 14) - Assist: 20 (Villa 7) - Palle Recuperate: 8 (Villa 2) - Palle Perse: 16 (Spreafico 5)

FILA SAN MARTINO DI LUPARI: Anderson* 20 (6/10, 2/10), Fietta 12 (4/6, 1/3), Filippi NE, Tonello 1 (0/1 da 3), Pasa* 15 (7/9, 0/1), Toffolo 10 (5/7 da 2), Ciavarella* 7 (2/5, 1/5), Varaldi*, Giordano NE, Rosignoli NE, Sulciute* 19 (7/11, 1/3), Arado NE. Allenatore: Abignente G.

Tiri da 2: 31/48 - Tiri da 3: 5/23 - Tiri Liberi: 7/14 - Rimbalzi: 42 13+29 (Sulciute 14) - Assist: 24 (Pasa 8) - Palle Recuperate: 7 (Pasa 3) - Palle Perse: 16 (Sulciute 5)

Arbitri: Scrima A., Saraceni A., Gagno G.