LBA - Playoff 50°: ci avventuriamo in una landa sconosciuta...

11.05.2021 12:16 di Umberto De Santis Twitter:    Vedi letture
LBA - Playoff 50°: ci avventuriamo in una landa sconosciuta...

Anche i tifosi più accaniti dell'Olimpia Milano dovranno ammettere che il pronostico di inizio anno che voleva la squadra di Ettore Messina vincitrice senza discussioni del campionato 2020-21 non ha alcuna certezza da oggi in poi.

Dopo i dovuti complimenti alla LBA per essere riuscita a portare a termine la stagione regolare in mezzo ad intoppi di ogni tipo, di cui il ritiro dalla competizione della Virtus Roma è probabilmente il meno rilevante e impattante, andiamo come Stanley e Livingstone a esplorare questa landa sconosciuta che saranno i playoff.

Già è spiazzante che le otto squadre qualificate dovranno essere in campo 72 ore dopo la 30a giornata. A memoria, non ricordiamo. Chi è uscito con acciacchi non ha il tempo di recuperare. Specialmente chi viaggia non ha tempo di preparare la gara seguendo i soliti canoni: stanotte i videomakers delle squadre non hanno dormito. L'avversaria si è conosciuta solo ieri alle 22:30.

Sono previsti dei back-to-back, espressione americana che vuol dire giocare due gare a 24 ore di distanza. Anche di questo non c'è memoria, la stessa NBA che li ha codificati non li prevede nei playoff.

Ci sarà una sosta, per permettere all'Armani di giocare le sue carte nella Final Four di EuroLeague. A chi farà bene, a chi farà male per le formazioni rimaste a casa in palestra. E come l'eventuale vittoria o l'altrettanto eventuale sconfitta agirà sul morale della truppa di Messina?

E poi, nonostante il piano vaccinale in Italia vada avanti e si speri nelle semifinali di poter avere pubblico nei palazzetti, può uscire sempre il colpo di coda del Covid che azzera una contendente. Tocchiamo ferro e anche qualcos'altro...

Quindi? Non andiamo a confondere i desiderata dei tifosi con la ragionevolezza di un pronostico che non si può fare. Viviamo con salutare curiosità un momento della storia della nostra pallacanestro che rimarrà unico, chiunque vincerà lo scudetto. L'indimenticabile 50esimo.