Dino Meneghin e la NBA: "Scelto al Draft senza saperlo da Atlanta. Con i Knicks..."

27.02.2024 08:50 di Iacopo De Santis Twitter:    vedi letture
Dino Meneghin e la NBA: "Scelto al Draft senza saperlo da Atlanta. Con i Knicks..."

Si può essere scelti al Draft NBA senza saperlo? Evidentemente sì. È quanto accaduto a Dino Meneghin, che a Gianluca Gazzoli a "Passa dal BSMT" (in fondo la puntata completa) ha ricordato di quando venne a conoscenza di essere stato selezionato negli USA. "Io sono stato scelto dagli Atlanta Hawks nel 1969/70, però nessuno me l'ha detto. L'ho saputo mesi dopo dai giornali. C'era scritto 'Meneghin scelto da Atlanta'. Io non avevo l'agente, ma nessuno di Atlanta mi ha chiamato per dirmi 'guarda' che ti abbiamo scelto, vorremmo inserirti nella lista... zero. Per cui poi abbiamo fatto il contratto con Varese. Nel 1974 mi invitano i Knicks per fare la Summer League con loro. Però mi ero appena rotto il menisco, quindi non ero pronto e non sono andato. Lì la società era già intervenuta, mi aveva offerto un contratto di tre anni garantito. E io non sapendo nulla della NBA, poco o nulla di quello che succedeva di la, ho detto meglio firmare il contratto".

L'incontro con gli Hawks. "Ho incontrato il General Manager di Atlanta. Mi chiama e mi dice 'io sono quello che ti ha scelto nel 69 per Atlanta'. Però poi dopo ha cambiato franchigia. Allora io volevo dirgli: 'brutto pirla, non potevi almeno alzare il telefono e chiamarmi" [ride ndr]. Mandami una lettera, un telegramma...".

Perché gli Hawks non portarono in NBA Dino Meneghin? Marty Blake, l'allora General Manager di Atlanta, selezionò in quell'anno i primi due giocatori stranieri nella storia del Draft: prima di Meneghin, scelto nel Round 11, nel precedente giro Blake chiamò il messicano Manuel Raga. Nessuno dei due ha giocato nella NBA, ma non per colpa del GM. Nel 2003 il vice-presidente degli Orlando Magic Pat Williams chiese a Blake perché non portò i due negli USA. "Non avevamo i 35.000 dollari per pagare il buyout per liberarli dai loro contratti all'estero", rispose Blake (fonte: Orlando Sentinel).