A2 Femminile - Virtus Cagliari china il capo alla Giorgio Tesi Nico Basket

16.01.2021 22:00 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
A2 Femminile - Virtus Cagliari china il capo alla Giorgio Tesi Nico Basket

E anche la Giorgio Tesi Group Nico Basket di Pistoia passa al Pala Restivo battendo una Virtus, bella a tratti, per 78-48. Un “trentello” che forse è anche esagerato, se non altro perché le ragazze allenate da Iris Ferazzoli anche oggi hanno messo in campo tanta determinazione e voglia di fare. Purtroppo ancora una volta le percentuali al tiro non hanno ripagato nel modo giusto la tenacia delle padroni di casa. E che la Virtus abbia lottato lo dimostrano i 51 rimbalzi conquistati dalla squadra cagliaritana, in contrapposizione però ai ben 24 palloni persi durante il match…è questo non è bello. 

La Virtus ha giocato una buona pallacanestro nei primi 10’, chiusi tra l’altro in testa per 17-14, ma ha subito nel secondo periodo un parziale pesantissimo, di 29-8 da parte delle toscane (firmate da Ramò e Gianolla), che, nonostante la lotta impari sotto le plance hanno tirato decisamente meglio. La Virtus nonostante il 43 su 25 al riposo lungo, ha provato a rimettere le cose a posto, ma le avversarie non hanno calato il ritmo tenendo costantemente a bada il gruppo cagliaritano costretto alla resa nei minuti finali. 

I numeri dicono che la Nico Basket ha tirato con il 43% (30 su 69) contro il 29% delle cagliaritane (20 su 68). Da due Gianolla e compagne hanno chiuso con il 46% (21 su 45), mentre Zolfanelli e socie hanno “scritto” 32% ovvero 19 su 59. Sono mancate le triple nel conto dei tiri virtussini. L’unica “bomba” l’ha firmata la solita Martina Zolfanelli. Alla fine 1 su 9 (11%) mentre dall’altra parte le 9 triple su 24 hanno generato un 37% abbondante. 

Tra le singole bene, come sempre Zolfanelli ben coadiuvata da Chrysanthidou e Brunetti (le uniche in doppia cifra). Da applausi la grinta di una Giada Podda “cattiva” su ogni pallone..il resto è da rivedere. Niente esordio casalingo, invece per Silvia Favento, bloccata all’ultimo istante da un problema fisico che verrà analizzato meglio nelle prossime ore. 

Si parte con una Virtus che trova subito il vantaggio con Zolfanelli (5 a 4) e il leggero allungo (7 a 4) con Giada Podda. Le toscane, vista anche la differenza fisica e tecnica, cercano di rimediare ma la Virtus non cede e tiene la testa avanti (17 a 12 al 9’) e chiude i primi 10’ sul 17-14. 

I due tecnici ci vogliono parlare sopra nei 2’ a disposizione tra un quarto e l’altro. Al rientro la Nico Basket si scantena. Arrivano i punti di una scatenatissima Ramò (alla fine ne firma 34) e di un gruppo, quello allenato da coach Andreoli, che ha decisamente cambiato il passo. Punto dopo punto Pistoia si allontana e al riposo lungo il tabellone elettronico in “casa Virtus” segna 43 a 25 per le ragazze ospiti. 

Dopo la sosta coach Ferazzoli cerca di far riordinare le idee alla squadra. La reazione c’è, ma anche la difesa di Pistoia con non concede tregua e amministra, pur faticando, il vantaggio 62-40. Negli ultimi 10’ Lussu e compagne provano il tutto per tutto. Corrono, creano, ma al tiro non hanno fortuna. Dall’altra parte invece tutto sembra andare per il meglio. Nico Basket tiene il vantaggio fino alla sirena. 

Virtus Cagliari: Zolfanelli 15, Chrysanthidou 12, Brunetti 12, Podda 2, Pellegrini Bettoli 1, Favento, Savatteri 4, Pala, Lussu 2, Pilleri, Salvemme, Conte. Allenatore: Iris Ferazzoli. Assistente: Valentina Calandrelli. 

Giorgio Tesi Group Nico Basket: Nerini 3, Gianolla 14, Ramò 34, Frustaci 7, Zelnyte 12, Giglio Tos 6, Botteghi, A. Modini, G. Modini 2, Mariani. Allenatore: Andreoli. Assistenti: Nieddu e Becciani. 

Arbitri: Giulia Caravita di Ferrara e Alma Pellegrini di Cesenatico. 
Parziali: 17-14; 8-29; 15-19; 8-16.
Tiri totali: Virtus 20 su 68 (29%); Nico Basket 30 su 69 (43%).
Tiri liberi: Virtus 7 su 8 (87%); Nico Basket 9 su 12 (75%).
Tiri da due: Virtus 19 su 59 (32%); Nico Basket 21 su 45 (46%).
Tiri da tre: Virtus 1 su 9 (11%); Nico Basket 9 su 24 (37%).
Rimbalzi: Virtus 51; Nico Basket 38.

Iris Ferazzoli  - coach Virtus Cagliari

“Nel primo quarto ho visto una bella squadra che ha lottato su ogni pallone, trovando soluzioni da tutte le parti del campo, bei giochi, ma soprattutto ho visto un gruppo di ragazze responsabili. Poi nel secondo periodo, appena abbiamo preso due canestri da tre punti, credo con Ramò ci siamo disunite prendendo un parziale pesante di 29 a 8. Nel terzo quarto ci abbiamo provato poi negli ultimi 10’ ci siamo arrese. 

Credo che questa squadra debba trovare la continuità mentale e questo lo si acquisisce in allenamento. Purtroppo pesano moltissimo le assenze, oltreché quella di Ledesma anche quella di Silvia Favento. Due importanti punti di riferimento. Però abbiamo il resto del gruppo e sugli elementi a disposizione dobbiamo lavorare per migliorare e soprattutto per trovare, spero presto, vittorie e ovviamente i punti per allontanarci dal fondo della classifica”.