Legnano riparte da coach Ferrari

Confermato il coach della promozione in Lega Silver
28.06.2014 13:59 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Fonte: Ufficio Stampa Legnano Basket Knights
Mattia Ferrari
Mattia Ferrari

Finita la stagione 2013/14 con la bellissima festa promozione di giovedì sera, si inizia subito la stagione 2014/2015 e il primo tassello della squadra è la riconferma di coach Mattia Ferrari a cui saranno date le chiavi della squadra 2014/15, per la prima volta in Serie A2 Silver.

Ferrari, arrivato la scorsa stagione con l'obiettivo di arrivare tra le prime quattro squadre del campionato e tentare di giocare dei buoni playoff, ha centrato l'obiettivo promozione, la finale di Coppa Italia e mantenuto in Knights nelle prime posizioni di classifica per tutta la regular season.

Contestualmente alla riconferma di Ferrari, la conferma anche dell'intero staff con i vice Alberto Mazzetti e Silvio Saini, il preparatore Sandro Marelli, i fisioterapistiElena Fedeli e Daniele Cassioli e il medico Federico Valli.

Tajana: "Sono contento di aver trovato subito l'accordo con Mattia per dare il via immediato alla costruzione della squadra per la prossima stagione, con l'idea di conformare il gruppo che ci ha portato in Serie A2. 
Continuare con lo stesso coach, oltre che un merito e un premio a quello fatto questa stagione, è un bel segno di continuità che ci aiuterà a cominciare subito questa nuova avventura, saltando tutta la parte di cognizione della struttura e dell'organizzazione che avrebbe dovuto avere una persona nuova.
Da lunedì inizieremo a parlare della squadra su cui però ci sono già idee piuttosto chiare"

Ferrari: "Sono molto felice e orgoglioso di proseguire in questo percorso perché sento il risultato ottenuto e tutta la squadra molto mia.
Rimango molto volentieri in una società in cui mi sono trovato benissimo e con un pubblico che, piano piano, si è affezionato a noi, diventando sempre più caloroso, come abbiamo piacevolmente visto a Cervia e durante la festa dell'altra sera.
Questi sono motivi importanti per rimanere, così come la sfida professionale di lottare e cercare di salvarsi in questo difficile campionato di Serie A2.
Riuscirci sarebbe come vincere un secondo campionato consecutivo."