Serie B - Con la Sutor Montegranaro la Rekico cerca il rilancio in zona play off

18.01.2020 09:38 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Serie B - Con la Sutor Montegranaro la Rekico cerca il rilancio in zona play off

Il 2020 casalingo della Rekico inizia con uno scontro diretto da non fallire. Domenica alle 18 al PalaCattani arriverà la Sutor Montegranaro, formazione che ha due punti in meno dei faentini in classifica e che all’andata ha vinto 98-96 dopo un tempo supplementare. Grazie alla vittoria a Porto Sant’Elpidio, i Raggisolaris si trovano ora in una sorta di limbo in classifica, sospesi tra play off e play out, distanti entrambi due punti. Vincere contro i marchigiani sarebbe dunque fondamentale per lasciarsi alle spalle il gruppo delle inseguitrici e per rientrare in corsa per i primi otto posti. A spingere la Rekico alla vittoria saranno anche i ragazzi della Raggisolaris Academy, che saranno sugli spalti ad incitare i loro beniamini: tutte le squadre del settore giovanile dei corsi di Faenza, Cotignola\Barbiano e Massa Lombarda sfileranno poi sul parquet del PalaCattani durante l’intervallo.

INNO NAZIONALE – Saranno le giovani faentine Agata Ricci e Beatrice Bertoni a cantare l’inno nazionale prima della palla a due. Agata e Beatrice si sono conosciute grazie alla passione per la musica che le ha unite a tal punto da farle partecipare ai concorsi canori sempre in coppia. La loro esibizione è resa possibile grazie alla collaborazione tra i Raggisolaris e la scuola di musica e canto Artistation, che ad ogni partita casalinga organizza le performance canore dei suoi artisti. Artistation è a Faenza in via Silvio Pellico 16.

IL PREPARTITA “Ricordiamo ancora la partita dell’andata e vogliamo a tutti i costi riscattare quella prestazione negativa – sottolinea l’ala Giorgio Sgobba -. A Montegranaro non è stata soltanto la sconfitta all’ultimo secondo dopo un tempo supplementare a condannarci, ma il nostro atteggiamento, perché non abbiamo mai difeso con attenzione: abbiamo fatto il gioco dei nostri avversari che sono stati bravi ad approfittarne. I 98 punti concessi sono stati davvero troppi e in quell’occasione si è vista la nostra inesperienza, considerando anche che eravamo alla seconda giornata.

Ora però siamo maturati e cresciuti e sappiamo che domenica occorrerà mantenere l’intensità alta ed essere sempre concentrati, perché vincere sarebbe troppo importante per la nostra classifica, dato che siamo a pochi punti dai play off e dai play out. Vogliamo rilanciarci in classifica e soprattutto trovare quella seconda vittoria consecutiva che non abbiamo mai ottenuto in questi mesi. La continuità di rendimento dovrà essere la nostra arma in più, come lo spirito battagliero che dobbiamo mettere in campo sin dalla prima azione: anche questa settimana coach Friso ha mantenuto alta la tensione e i ritmi di allenamento per farci arrivare arrabbiati e carichi alla partita.

Dovremo imporre subito il nostro gioco, perché Montegranaro è una squadra pericolosa pur avendo un rendimento differente in casa e in trasferta. Ha esterni molto pericolosi che possono segnare oltre venti punti e lo abbiamo provato sulla nostra pelle all’andata: quella lezione ci è servita e non accadrà di nuovo”.