Eurocup: Roma parte bene ma il finale è di Bonn

Vittoria dei tedeschi con Veikalas super 75-85
12.11.2013 23:42 di D DB   Vedi letture
Eurocup: Roma parte bene ma il finale è di Bonn
© foto di Alessio De Marco/Avens-Images

Arriva in occasione della quinta giornata di Eurocup la prestazione più brutta di questo primo scorcio stagionale della Virtus Roma che viene sconfitta al Pala Tiziano dalla Telekom Baskets Bonn con il risultato di 75-85 che però mente su quello che è stato il reale andamento della gara. La Virtus, reduce dall’importante successo contro la Juvecaserta in campionato, si schiera con il solito quintetto che vede partire però Bobby Jones al posto di Ignerski, che ha detto definitivamente addio alla squadra capitolina con la scadenza del contratto fissata al 10 novembre. Parte bene la formazione guidata da Dalmonte che piazza subito un break di 11-0, complici anche gli errori grossolani commessi da Bonn in fase d’impostazione e la buona intensità difensiva dei virtussini, con Capitan Goss e proprio con Bobby Jones che segna due triple e fa entusiasmare le poche centinaia di tifosi presenti. La formazione rosanero però non demorde e reagisce riuscendo a chiudere a sole 5 lunghezze di distanza il primo quarto: 18-13. È nella seconda frazione che gli uomini di Fischer mettono in mostra tutte le loro qualità guidati da un super Veikelas e con la Virtus Roma totalmente allo sbando con un passaggio di Taylor praticamente ai tifosi in curva che è l’emblema della serata vissuta dai capitolini. Bobby Jones fa 1/4 ai liberi non riuscendo quindi a diminuire lo svantaggio dai tedeschi, ed è Jordan a mandare tutti al riposo sul 48-33 in favore della sua squadra.

La Virtus al rientro in campo subisce prima una tripla di Mangold e poi un alley-oop finalizzato da Gaffney, ma prova a farsi sotto con Mbawke e Goss portandosi sul -13: 40-53. Roma a questo punto sembra galvanizzata e con Hosley vola in contropiede, seguito da un canestro dall’area di Jones che porta la squadra cara al Presidente Toti sotto la doppia cifra di svantaggio: 44-53. Ci pensa però ancora Veikalas, autentico mattatore del match, a spezzare il break di 9-0 dei padroni di casa realizzando a cronometro fermo, poi è Gaffney a segnare quattro punti consecutivi, di cui due realizzati con una schiacciata su assist fantastico di Brooks da centrocampo che porta Bonn sul 61-44 costringendo Dalmonte al timeout al 26°. È lo stesso Brooks a realizzare il +18 a tre minuti dalla fine del quarto, con la Virtus Roma ormai sparita dal parquet e a un minuto dalla fine arriva il meritato più 20 per i tedeschi: 66-46. I capitolini ormai non riescono a creare né a difendere e soffrono particolarmente sotto le plance con Woll che realizza un canestro quasi impossibile complice la poca lucidità e prontezza di riflessi dei lunghi arancio blu. Il quarto si chiude solo dopo un altro errore emblematico di Jones che in contropiede 2 vs 1 passa la palla ad un giocatore di Bonn invece che ad Hosley e il 68-48 della sirena lascia poco spazio ad ulteriori commenti. Nell’ultimo quarto i tedeschi amministrano senza troppe difficoltà l’ampio vantaggio accumulato, lasciando poi alla Virtus la possibilità di rientrare dimezzando lo svantaggio con Jones e Baron, con la sirena finale che suona quindi sull’85-75 per la Telekom Baskets Bonn che espugna meritatamente Roma portandosi quindi al terzo posto nel girone D, proprio al cospetto di Roma che scende così al quarto.

Acea Virtus Roma- Telekom Baskets Bonn 75-85 (18-13, 33-58, 50-68)

Acea Virtus Roma: Goss 10, Jones 19, Reali ne, Tonolli ne, Righetti, D’Ercole 2, Taylor 4, Eziukwu 1, Hosley 18, Baron 14, Moraschini, Mbakwe 7. All. Dalmonte

Telekom Baskets Bonn: McCray 8, Looby 2, Veikalas 23, Brooks 9, Mangold 3, Jordan 5, Wolf 2, Kock ne, Gaffney 13, Wachalski 6, McLean14,