EL - Baskonia: Polonara ed Henry mettono a nudo i difetti dell'Olimpia Milano

26.03.2021 20:49 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
EL - Baskonia: Polonara ed Henry mettono a nudo i difetti dell'Olimpia Milano
© foto di TD Systems Baskonia

Coltello tra i denti a Vitoria per l'Olimpia Milano, dove il Baskonia, che occupa il decimo posto nella classifica della EuroLeague, desidera fortemente un posto ai playoff che vede vicino. Grazie ai risultati di ieri, la vittoria lo garantirebbe matematicamente proprio alla formazione italiana. Si riparte dal 79-84 con cui i baschi vinsero al Forum di Assago all'andata. L'Olimpia dovrà fare a meno di Jeremy Evans, il quattro di Coppe, oltre al lungodegente Malcom Delaney, mentre tra i padroni di casa è assente Tonye Jekiri. Quella con il Baskonia è la prima di tre trasferte consecutive per l'AX Exchange, che poi giocherà l'ultima in casa ma con l'avversario più brutto del momento: l'Anadolu Efes. Messina predica concentrazione, difesa e coesione. Verso mezzogiorno la squadra ha fatto il consueto shootaround alla Fernando Buesa Arena.

Roster Olimpia a Vitoria: 0 Punter 2 LeDay 5 Micov 9 Moraschini 10 Roll 13 Rodriguez 15 Tarczewski 19 Biligha 31 Shields 32 Brooks 42 Hines 70 Datome.

1Q - Primi due punti per Fall, tripla di Rodriguez con 7'54" 2-3. Due liberi per Polonara, a segno. Con 5'48" altra tripla di Rodriguez, si segna poco, e ancora il play spagnolo offre l'alley-oop a Leday 4-8 al 5'. Dopo il timeout-tv due di Brooks, risponde Diop per il Baskonia 6-10. Milano non tira bene, ma Vitoria ha 0/6 da tre punti al momento. Roll e Hines allungano; Dragic recupera una palla vagante e fa 8-14. Solo con 40 secondi sul cronometro Punter riesce a guadagnare la lunetta 2/2. Una azione confusa permette a Polonara di chiudere il quarto sul 10-18.

2Q - Dragic a canestro all' 11'. Henry trova due liberi 2/2 con 8'15" e pareggia 18-18 un minuto dopo. Si lotta e le palle perse si sprecano, con 6'14" Rodriguez mette i primi per Milano nel quarto. Dragic trova la prima tripla (1/12) del Baskonia e sorpassa. Tripla di Rodriguez oltre i 24 secondi. Arriva anche la tripla di Datome ma Dragic pareggia subito con l'assist di Polonara 21-21 con 4'06". Sedekerskis da rimbalzo d'attacco e Polonara +4 Vitoria. L'italiano in contropiede trova due liberi, dopo che Messina avrà svolto il suo timeout con 2'51". 1/2 di Achille. Brooks da solista recupera con cinque punti in fila 26-26. Con 1'31" si iscrive al tabellino Giedraitis, Punter risponde con la tripla, e dopo due di Dragic arriva una seconda bomba di Brooks 30-32 con 35 secondi, e Ivanovic ferma il gioco. Giedraitis si procura un gioco da tre punti 33-32 al 20'.

3Q - Tarczewski manda in lunetta Henry 1/2; ma con 8'56" ha segnato altri cinque punti e il Baskonia vola 39-32. Fall ne aggiunge due, e Messina ferma il gioco al 22'. Rodriguez chiude l' 11-0 al 23'. Henry ne aggiunge due, ma Punter segna la tripla e completa con il libero aggiuntivo 43-38 con 6'17". Henry è caldo e aggiunge due e Dragic finalizza un contropiede 47-38 al 25'. Giedraitis completa il 6-0 e Punter lo termina. Roll innesca Datome da tre. Con 3'44" durissimo scontro tra Punter e Dragic, ma per fortuna senza danni. Certo le difese sono davvero arcigne. Datome ne aggiunge due un minuto più tardi, ma Polonara segna da tre, ed è già in doppia doppia 52-45. Hines soffre problemi di statura con i lunghi avversari, Sedekerskis ci mette due liberi +9. Moraschini, buttato a freddo, perde ai 24" la prima azione, ma anche Vildoza. Polonara fa l'assist a Peters da tre +12, Rodriguez invece la pianta sul ferro. E Giedraitis sul finire del quarto mette la bomba del +15, 60-45.

4Q - Va ko in uno scontro con Shields il lungo Fall, per lui panchina. Ma prima e dopo Shields va a segno con quattro punti. Polonara ferma lo strappo 62-49. L'errore di Peters, il contropiede di Milano, l'antisportivo di Vildoza su Tarczewski. 0/2 del centro ai liberi; però si rifà su azione 62-51 con 7'20". Altro contropiede di Dragic, Rodriguez realizza il -11. Poi lo spagnolo prende tecnico, Giedraitis segna il libero, mancano 6' e il lituano segna di nuovo, ma da tre punti. 68-53, poi la tripla di Shields. C'è anche Polonara al 35' a segno. Con 4'43" la schiacciata di Sedekerskis costringe Messina a un timeout, ma ci vuole davvero qualcosa per cambiare marcia in attacco. Si riparte con l'antisportivo di Roll su Sedekerskis, sulla sirena arriva la tripla di Henry 76-56 con 4'. Shields da tre e Roll strappano uno 0-5, chiuso da Henry. Punter penetra e segna, come Roll che ne aggiunge quattro. Ma se qualcuno pensa a un recupero pur tardivo, ci pensano la tripla di Polonara e la rubata e schiacciata di Sedekerskis a togliere i dubbi. Vildoza aggiunge una tripla, Datome chiude il tabellino.

Il commento: l'Olimpia sbatte nella difesa del Baskonia e tiene in piedi la partita, subendo un eloquente 40-27 a rimbalzo, nel primo tempo ma solo perché il Baskonia da tre non ci prende mai. Solo Polonara e qualche contropiede riuscito aiutano i padroni di casa a non andare in affanno. Nella ripresa spariscono dal campo i lunghi di Milano Hines, Tarczewski e Leday con l'affondo di Henry a inizio terzo quarto. Poi entrano le triple (chiudono con 9/29 quasi tutte nella ripresa), i contropiedi si sprecano, le transizioni hanno le ali ai piedi. C'era anche una componente di maggior necessità di vittoria ma adesso tocca già pensare a vincere la prossima settimana a Belgrado. Achille Polonara: MVP e doppia doppia sontuosa.

Baskonia Vitoria - Olimpia Milano 86-69. Boxscore: 19 Henry, 17p+13r Polonara, 15 Dragic, 14 Giedraitis, 9 Sedekerskis, 4 Fall, 3 Vildoza e Peters, 2 Diop per il Baskonia (17-14); 13 Punter, 12 Rodriguez, 10 Brooks, Datome e Shields, 8 Roll, 2 Leday, Tarczewski e Hines per Milano (19-12).