LBA - Virtus Bologna, Djordjevic "Il gioco di squadra la chiave contro la Reyer Venezia"

06.03.2021 08:05 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
LBA - Virtus Bologna, Djordjevic "Il gioco di squadra la chiave contro la Reyer Venezia"

In arrivo alla Segafredo Arena per la 21esima giornata di campionato di serie A la Reyer Venezia. Si gioca sabato 6 marzo, con palla a due ore 20:00, diretta Eurosport 2, Eurosport Player e Radio Nettuno Bologna Uno. Gli arbitri saranno i signori Manuel MAZZONI, Michele ROSSI, Andrea BONGIORNI.

Nella Virtus Bologna assente il solo Stefan Nikolic, che sta seguendo il personale programma riabilitativo. Queste le parole di Coach Djordjevic alla vigilia della sfida: “L’ultima esperienza con Venezia, squadra di assoluto valore, ci fa capire quanto sia importante l’apporto di tutti i giocatori.

In Coppa Italia li abbiamo affrontati senza Belinelli e Pajola e questo ci ha penalizzato. Dobbiamo migliorare e crescere nelle responsabilità difensive individuali, controllare la pericolosità che può derivare dai loro lunghi atipici. Il gioco di squadra è sicuramente la nostra chiave.

Nonostante il dispendio di energia, la partita di martedì in EuroCup ci è servita a crescere soprattutto su questo aspetto, avevamo bisogno di una partita così, tosta, giocata fino alla fine e vinta in questa maniera per crescere nella consapevolezza delle nostre qualità.

Abbiamo recuperato alcuni giocatori come Belinelli e Pajola, quest’ultimo, nonostante non sia ancora al 100%, ha già dato il suo apporto nella partita con il Cedevita e mi aspetto che continui a crescere anche nella tenuta fisica, che è ancora lontana da quella ottimale.

Venezia non avrà Bramos, ma avendo otto giocatori stranieri, potranno contare sull’esperienza e sulla pericolosità al tiro di Chappell, giocatore con alle spalle tante finali e scudetti vinti, noi dovremo essere bravi a rispondere con le nostre qualità.

Con umiltà e con il desiderio di rifarsi dalla partita di Coppa Italia, vogliamo prenderci la nostra rivincita. Spero di rivedere le facce giuste.”