LBA - Pistoia di scena a Bologna, Carrea: “Nulla da perdere? Falso”

17.01.2020 12:59 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
LBA - Pistoia di scena a Bologna, Carrea: “Nulla da perdere? Falso”

Prima trasferta del 2020 per il Pistoia Basket, che sabato sera (palla a due ore 20.30) sarà di scena al PalaDozza contro la Virtus Bologna. Questa l’analisi di Michele Carrea alla vigilia del match tra Segrafredo e OriOra, con i biancorossi chiamati a tentare una vera e propria impresa contro la capolista: “È stata una settimana discreta, al netto di un paio di intoppi per Dowdell e Della Rosa: arriviamo alla partita con tutto il roster a disposizione e questo è positivo. Lo stato emotivo non è ottimale, come del resto per nessuna delle squadre che stanno nella parte bassa della classifica, perché ovviamente perdere non dà la stessa energia del vincere. Dopodiché sappiamo che l’obiettivo è salvarsi e quindi le serie di sconfitte vanno sapute gestire. Al netto dei risultati bisogna ripartire dalle performance, allenando le cose fatte bene e correggendo quelle fatte meno bene. Per farlo serve una grande durezza mentale: se ci riusciamo, potremo competere per il nostro obiettivo. La parola chiave è resistere: agli avversari, alla pressione, alle critiche, ai momenti difficili”.

Sulla sfida contro la Vu Nere: “Pensare di tatticizzare la partita sarebbe uno spreco di energie, visto il valore dell’avversario. Cercheremo di fare le cose più lineari possibili, consapevoli di non poterli tenere sotto un certo di livello di performance. Sarà importante pareggiare il loro ritmo di gioco, mettere quanta più energia nelle giocate ed essere duri nei momenti difficili: finora chi c’è riuscito se l’è giocata, chi non c’è riuscito ha preso imbarcate. A tutto questo bisogna sommare le difficoltà che finora abbiamo sempre palesato nel giocare in trasferta. Non è vero che non abbiano nulla da perdere, ogni occasione che mette in palio i due punti è fondamentale per noi. Alcune volte abbiamo provato a fare una lettura di questo genere per togliere pressione, ma la squadra non ha mai tirato fuori la performance della vita. Potremmo trovare un avversario stanco? Non credo, i risultati della Virtus ci dicono che hanno un roster e una struttura tecnica che permette loro di tenere bene il doppio impegno”.