Covid-19, bollettino 8 agosto: Italia sul filo del rasoio

08.08.2020 20:56 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Covid-19, bollettino 8 agosto: Italia sul filo del rasoio

Coronavirus Italia. Nel bilancio dell' 8 agosto ecco la curva epidemica in Italia. Sono venute a mancare 13 vittime divise tra Veneto (5), Lombardia (3), Emilia Romagna (2), Liguria (1), Lazio (1) e Puglia (1). 347 nuovi casi, di cui 76 sono stati rilevati in Lombardia, 63 in Veneto, 44 in Emilia Romagna, 31 in Piemonte, 28 in Sicilia, 23 in Toscana e 20 nel Lazio; le sole regioni senza nuovi casi sono Sardegna e Molise.

Ricordiamoci che viviamo in un momento di grande incertezza, anche dal punto di vista scientifico, e che occorre mantenere alta l'attenzione. La mobilità è stata il fattore più importante nella diffusione del contagio.

Ancora però non si va verso un stop delle vittime in Italia, salite a 35.203 con un incremento di 13 (3 ieri). Pazienti in terapia intensiva: 41 (ieri 42). I guariti raggiungono quota 201.947. Gli attualmente positivi sono 12.953. La prudenza è sempre d'obbligo.

"Il contesto è tutt'altro che semplice - ha dichiarato il ministro Roberto Speranza -, perché nel mondo è sicuramente il momento più difficile, con oltre 700mila decessi, e anche in Ue la situazione è tutt'altro che tranquilla".

I nuovi casi. Diversi sono i focolai che vengono subito identificati e circoscritti: nel Mantovano, a Vercelli, tra i migranti ospitati in una ex caserma di Treviso, solo per fare qualche esempio. Ci sono poi piccoli gruppi, formati da una o più famiglie, in cui il virus circola a causa della convivenza o di occasioni di ritrovo. L’Istituto superiore di sanità ha sottolineato, nel suo ultimo rapporto, che si verificano catene di trasmissione di origine ignota e «questo evidenzia come l’epidemia di Covid-19 in Italia non sia ancora conclusa». L’età media dei nuovi positivi si è abbassata: è intorno ai 40 anni, sia perché vengono fatto più tamponi ai giovani, sia per l’aumento dei casi importati dall’estero. Gli anziani, oggi, risultano poco coinvolti nell’epidemia. Un cambio totale di paradigma rispetto ai mesi di marzo e aprile.

Coronavirus Mondo. Invece sotto  il grafico che aggiorna i dati in tempo reale della Johns Hopkins University conferma che alle 19:30 dell' 8 agosto gli Stati Uniti sono il paese con il maggior numero di infetti, oltre 4,9 milioni, il Brasile supera 2,9 milioni e l'India 2,0; e siamo ormai a oltre 19,0 milioni di contagi confermati nel mondo.

4.971.190 USA ; 2.962.442 Brazil ; 2.088.611 India ; 880.563 Russia ; 545.476  South Africa ; 469.407 Mexico ; 463.875 Peru ; 371.023 Cile ; 367.204 Colombia ; 324.692 Iran ; 314.362 Spain ; 311.461 United Kingdom ; 287.262 Saudi Arabia ; 283.487 Pakistan ; 255.113 Bangladesh ; 250.103 Italia ; 237.265 Turkey ; 231.310 France ; 220.682 Argentina ; 214.842 Germany ; 140.603 Iraq ; 120.208 Canada ; 119.460 Philippines ; 118.753 Indonesia ; 112.092 Qatar ; 88.423 Cina. Totale contagi mondo 19.456.496. Totale morti mondo: 722.937.

Spagna. Seconda ondata dell'epidemia di coronavirus: il ministero della Salute ha annunciato 4.507 nuovi casi di coronavirus, di cui 1.895 riscontrati nelle ultime 24 ore. Madrid guida la classifica con 567 casi, seguita dai Paesi Baschi (403); tuttavia, manca Aragona, la regione tra le più colpite, che non ha trasmesso i suoi dati a causa di "problemi tecnici". Il numero è in crescita rispetto a ieri e ai circa 3 mila di inizio settimana.Francia ha registrato più di duemila nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore. I pazienti in terapia intensiva sono 383.

USA. La pandemia "sta scomparendo in Usa": lo ha detto Donald Trump in una conferenza stampa nella sua residenza a Bedminster, quando il numero dei decessi negli Stati Uniti sta superando quota 161 mila (2.000 solo giovedì) e i contagi stanno viaggiando verso i cinque milioni. Gli Usa continuano ad essere da tempo al primo posto nella classifica mondiale per gli effetti del coronavirus.

La Bolivia a rischio di entrare in una "pandemia esplosiva" che sarà "difficile da controllare", con un "espansione eccessiva" delle infezioni e un più alto tasso di mortalità da Covid 19. Lo ha riferito un portavoce del ministero della Salute del Paese, Virgilio Prieto, che ha anche indicato che il Paese si sta avvicinando "all'altopiano dei contagi", che potrebbe essere raggiunto in 120.000 e addirittura 140.000, mentre ora sono ufficialmente poco più di 86.000.

Centinaia di migliaia di alunni di Gaza sono tornati a scuola oggi dopo una pausa di cinque mesi a causa della pandemia di un nuovo coronavirus che non ha risparmiato la sovrappopolata enclave palestinese. Ziyad Thabit, sottosegretario del ministero dell'Educazione di Gaza, ha spiegato che gli studenti seguiranno un programma di recupero per tutto il mese di agosto, con solo quattro lezioni al giorno. "Il ministero ha preparato un piano basato su diversi scenari (dell'evoluzione della pandemia, ndr) per gestire l'anno scolastico". 

Grecia. Rigide misure restrittive sono in vigore da oggi nell'isola di Poros dopo che a 13 persone è stato diagnosticato il coronavirus. Oltre al coprifuoco per tutti gli esercizi commerciali tra le 23 e le 7 sono stati vietati i raduni pubblici che coinvolgano più di 9 persone. Sospesi anche i mercati agricoli, le feste paesane ed altre forme di celebrazione collettiva. Nei bar e nei ristoranti potranno sedersi allo stesso tavolo un massimo di quattro persone, sei se appartengono alla stessa famiglia. In tutti gli spazi pubblici, all'aperto o al chiuso, sarà obbligatorio l'uso delle mascherine. Le restrizioni resteranno in vigore almeno fino al 17 agosto.

Con una decisione attesa da alcuni giorni la Prefettura di Parigi, su richiesta del Comune, ha deciso di imporre l'uso delle mascherine in alcune zone della capitale francese e dell'Ile-de-France a partire da lunedì. Per far fronte alla seconda ondata dell'epidemia di coronavirus che si è abbattuta su tutta la Francia. 

I 158 passeggeri che si trovavano a bordo del volo SAS da Nizza a Oslo atterrato allo scoccare della mezzanotte nella capitale norvegese dovranno fare una quarantena di dieci giorni. Condizioni che sarebbero riusciti ad evitare se l'aereo avesse toccato terra qualche minuto prima. Proprio alla mezzanotte, infatti, è scattato l'obbligo di quarantena per i cittadini provenienti dalla Francia: dopo l'aumentare dei casi nel Paese, il governo norvegese ha infatti deciso di considerarlo come una zona rossa a causa del coronavirus. Secondo le tabelle dell'aeroporto di Oslo e della compagnia aerea, il volo SK4700 è atterrato a mezzanotte in punto. Nonostante i nove minuti di anticipo sull'orario di arrivo previsto, per i passeggeri è comunque scattato l'obbligo di quarantena: "Il passaggio a ‘zona rossa' è avvenuto a partire da mezzanotte compresa. Quindi che sia atterrato a mezzanotte o a mezzanotte e un minuto non fa differenza, devono fare una quarantena", ha spiegato una consigliera del ministero della Sanità.

È aumentato di oltre il 30% in una settimana il numero delle persone risultate positive al coronavirus in Francia. Lo afferma il bilancio settimanale fornito dall'autorità francese per la salute pubblica. Nei sette giorni dal 27 luglio al 2 agosto, sono 7565 le persone risultate positive al test del coronavirus, un aumento del 33% rispetto alla settimana precedente, quando i casi confermati erano 5695.

GB Quarantena. Il governo britannico intende imporre la quarantena ai viaggiatori in arrivo dal Belgio, dopo la nuova ondata di contagi nel Paese e che riguarda soprattutto la città di Anversa, già aggiunta alla lista dei paesi a rischio dalla Germania. Lo anticipa il Daily Mail, riportando che l'esecutivo guidato da Boris Johnson approverà a breve il provvedimento. Il Regno Unito ha già imposto l'obbligo di quarantena per gli arrivi da Spagna e Lussemburgo.