A2 Femminile - Verso la nuova Serie A2: Campobasso, Castelnuovo Scrivia, Civitanova Marche, Crema, Faenza, Mantova

20.09.2019 11:05 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
A2 Femminile - Verso la nuova Serie A2: Campobasso, Castelnuovo Scrivia, Civitanova Marche, Crema, Faenza, Mantova

Manca pochissimo all’inizio di una nuova stagione di Serie A2: dal 28 settembre il via al secondo campionato nazionale, con 30 squadre pronte a lottare per l’accesso alla massima categoria. Chi succederà alle promozioni di Costa Masnaga e Palermo? Come si evolverà la stagione nei due gironi Nord e Sud? Iniziamo a conoscere le squadre che s’apprestano a scendere in campo per il campionato 2019/2020. Continuiamo il nostro viaggio con Magnolia La Molisana Campobasso, Autosped Castelnuovo Scrivia, Feba Civitanova Marche, Parking Graf Crema, E-Work Faenza e San Giorgio MantovAgricoltura.

MAGNOLIA LA MOLISANA CAMPOBASSO
Cinque conferme pesanti rispetto all’anno scorso per ripartire alla caccia della promozione sfumata la scorsa stagione (eliminazione in Semifinale): si parte dal capitano Roberta Di Gregorio, reparto play occupato da Rachele Porcu e Sofia Marangoni, il baluardo in area è Emilia Bove, Elisa Mancinelli completa il blocco di rinnovi senior. Partite Ciavarella, Reani e Zelnyte, al di là del colpo di prospettiva Giorgia Amadori da Brindisi la società molisana ha puntato fortissimo sul settore lungo: ritorno, dopo l’esperienza a San Giovanni Valdarno dell’anno scorso (10.1 punti, 7.8 rimbalzi), per Lucia Di Costanzo; da Elite Roma scommessa forte su Parthena Chrysanthidou, greca di formazione italiana; gioca da italiana anche l’immarcescibile argentina Carolina Sanchez, 43enne che la scorsa stagione ha trascinato alla promozione Ariano Irpino con la solita classe ed esperienza. Dagli USA (una delle migliori realizzatrici della NCAA Division II) la straniera è l’esterna l’italo-americana Camille Joy Giardina, risorsa importante per il coach Domenico Sabatelli.

AUTOSPED CASTELNUOVO SCRIVIA
La squadra del confermato coach Fabio Pozzi, dopo aver partecipato agli scorsi Playoff, ha lavorato tanto in estate per sopperire alla partenza di cinque elementi di qualità come Pieropan, Salvini, Canova, Martelliano e la straniera Stoiedin. Tra le italiane, blindate le senior Licia Corradini e Claudia Colli, spicca l’arrivo da Broni di Enrica Pavia (114 presenze con la formazione lombarda, 22 la scorsa stagione). Buone aggiunte anche la play Ilaria Bonvecchio, 12 di media e 5.6 rimbalzi ad Albino, e dell’ala Cecilia Albano, reduce da un’annata da 10.1 punti e 7.3 rimbalzi a Carugate. Tra la novità da Vigarano la 2001 Francesca Pia D’Angelo, mentre si è scelto di puntare sull’esperienza sul mercato internazionale: la straniera è Emilija Podrug, 40enne croata vista nel 2006/2007 a Faenza e Parma in Serie A1 con numeri davvero importanti all’attivo.

FEBA CIVITANOVA MARCHE
Stagione di cambiamenti in casa Civitanova Marche, dopo il grande risultato delle semifinali Playoff conquistate la scorsa stagione (a discapito della testa di serie numero 1 La Spezia): fuori la pivot Giuseppone, l’esterna De Pasquale e i due gioielli “di casa” Perini e Orsili. La società inizia il campionato senza straniera ma con un gruppo interamente italiano: il coach Nicola Scalabroni può contare sul serbatoio di giovani che la Feba ha sempre lanciato con convinzione in A2, tra cui spicca la lunga classe 2000 Giorgia Bocola (8.8 punti, 6.6 rimbalzi lo scorso anno). Confermata Maria Chiara Ortolani, cecchino dal 35% da tre la scorsa stagione, tre sono i nuovi arrivi senior: da Nico Basket l’esterna Giulia Sorrentino (9.2 di media), da Orvieto la pivot Rachele Ceccanti e poi il ritorno dell’ala Giulia Gombac, che già nella stagione 2016/2017 aveva giocato con la formazione marchigiana, da lì in poi Carugate, Sanga e San Giovanni Valdarno.

PARKING GRAF CREMA
La società cremasca, specializzata in Coppa Italia (secondo trofeo di fila vinto lo scorso marzo), ha stoppato la sua corsa in Semifinale nella scorsa stagione. Agli ordini del nuovo coach Giuliano Stibiel, sono rimaste le senatrici Martina Capoferri, Paola Caccialanza, Norma Rizzi e Gilda Cerri, rinnovo anche per l’MVP della scorsa Coppa Italia Francesca Melchiorri. Salutate Nori e Parmesani che hanno fatto il salto verso l’A1, e Grassia finita a Carugate, la società ha cambiato la straniera: fuori Blazevic (direzione Germania), dentro la lituana Laura Zelnyte, ex Carugate e Campobasso che l’anno scorso ha tirato giù 7.5 rimbalzi a partita e tirato col 35% da tre. Nel pacchetto di novità due ritorni importanti, quello di Cecilia Zagni che proverà a rilanciarsi da Crema dopo le esperienze con Geas e Sanga, e quello di Marta Scarsi, ottima rimbalzista (8.4 di media) reduce da buone annate ad Alpo, Carugate e Albino.

E-WORK FAENZA
Pochi cambi ma puntelli importanti per le romagnole, che puntano su un roster completamente italiano, affidato all’esperto coach Paolo Rossi. Il caposaldo rimane sempre l’ala 38enne Simona Ballardini (12.6 punti, 34% da tre e 5.1 rimbalzi), attorno a cui ruotano le solite Licia Schwienbacher, la guardia Federica Franceschelli, Silvia Caccoli e Lucia Morsiani. Rinnovo anche Arianna Meschi, infortunatasi nel finale della scorsa stagione. Importante anche la componente “giovane”, rappresentata dalla pivot classe 2000 Serena Soglia e dalla 2001 Sara Franceschini, lo scorso anno ottimo esordio in A2 da 5.5 punti di media. Salutate Preskienyte e Policari, tra i rinforzi di maggior peso la lunga Beatrice Baldi, altra classe 2000 (8.1 punti, 8.4 rimbalzi) e il duo di ex-Empoli formato da Alice Chiabotto (play con la specialità del tiro da tre punti) e da Greta Brunelli, due anni fa MVP della Serie A2 nella cavalcata verso la promozione della formazione toscana. Proverà a ripetersi a Faenza, per migliorare il risultato dei Quarti raggiunti la scorsa stagione.

SAN GIORGIO MANTOVAGRICOLTURA
La formazione lombarda, dopo una grande corsa nel campionato di B dell’anno scorso, ha puntato sulla continuità affidando la panchina al coach Stefano Botticelli, condottiero del gruppo la scorsa annata. Gruppo mantovano in grandissima parte confermato, sulla scorta del classico detto “squadra che vince non si cambia”: la società ha deciso dunque di puntare su qualche rinforzo mirato, da inserire in una chimica già collaudata. La straniera è la slovena Katja Kotnik, che la scorsa stagione ha giocato molto bene in B con la maglia della Virtus Cagliari, risultando tra le protagoniste della promozione del team sardo. La classe 2000 Laura Pastore, dopo le 17 presenze con Alpo nella sua stagione d’esordio in Serie A2, è una scommessa in prospettiva; assicura tantissima esperienza invece la play campana Viviana Giordano, quinto campionato di fila in A2: dopo tre anni a Bolzano, l’anno scorso ha fatto registrare 7.9 punti con un ottimo 36% da tre dimostrando di aver recuperato appieno dall’infortunio che le aveva fatto saltare il finale della stagione 2017/2018.

Clicca sotto per i precedenti articoli:
Verso la Nuova Serie A2: Albino, Ariano Irpino, Bolzano, Carugate, Cus e Virtus Cagliari