A1 Femminile - Allianz Geas, prima vittoria dell’anno in casa con Lucca

11.01.2021 08:29 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
A1 Femminile - Allianz Geas, prima vittoria dell’anno in casa con Lucca

Primo successo del 2021 per l’Allianz Geas, che al PalaNat supera Lucca 79-70 in una gara a tratti molto intensa e sale così a quota 16 punti (rimanendo sesta). Dopo aver messo la testa avanti, a 4’ dall’inizio, le rossonere restano in vantaggio per tutta la partita grazie a break rapidi e ravvicinati. Le toscane sono brave a non cedere sul -13 di fine primo quarto e a crederci all’inizio della ripresa fino al -1. Ma a quel punto Sesto si affida al talento e all’efficienza di Gwathmey, superlativa per tutta la partita, e di Graves, solidissima tra terzo e quarto quarto, e scappa di nuovo, incrementando poi la distanza fino al massimo +15 (poco dopo la metà della quarta frazione). Lucca, che sta vivendo un momento molto delicato, rimane così dodicesima in classifica con 2 soli punti. La prossima domenica alle 18 le ragazze di coach Iurlaro cercheranno di rifarsi in casa contro Costa Masnaga, mentre le lombarde proveranno ad allungare a due la striscia di vittorie sul parquet di San Martino di Lupari.

Lucca inizia con un mini-break di 4-0 in 40’’ con Jakubcova e Tunstull, prima che Panzera, con 7’50’’ sul cronometro, sblocchi il punteggio per le sue con una bella penetrazione. Dall’altra parte segna ancora Jakubcova (+4 Lucca), ma Gwathmey scava un personale 5-0 (tripla e jumper dalla media) e poco dopo ad allungare il parziale a 7-0 ci pensa Ercoli in appoggio (+3 Geas). Tra le ragazze di coach Iurlaro è ancora Tunstull a trovare il fondo della retina, ma presto l’Allianz macina un altro parziale di 8-0 in 1’55’’. Nell’altra metà campo Miccoli fa 2, ma Gwathmey dimostra di essere “on fire” e mette un altro 6-0 personale (2/3 ai liberi e poi gioco da tre punti concretizzato dopo un bel contropiede), portando il proprio tabellino a 11 punti nella sola prima frazione e facendo toccare alle rossonere il +12. Orsili infila una bomba, ma in chiusura di quarto Verona segna in penetrazione e poi con un elegante arcobaleno in avvicinamento (+13 Sesto). L’attacco delle padrone non risulta più tanto oliato al ritorno in campo nel secondo periodo: le ragazze di coach Zanotti non riescono a costruire buone occasioni e litigano un po’ con il canestro. Le ospiti nel frattempo ne approfittano e con un 7-0 in 2’ (5 di Miccoli e 2 di Tunstull) accorciano a -6. Oroszova sblocca le sue con una tripla con 5’45’’ da giocare e poco dopo Gwathmey mette un tiro in sospensione per il ritrovato +11. A rispondere alle due straniere di Sesto ci sono però Smorto e Russo (-7 per il Basket Le Mura). Nei minuti prima della pausa lunga, per le geassine, Gwathmey segna i punti numero 14 e 15 della propria serata e Panzera fa 1/2; per le toscane, Pastrello segna dai 6.75. Il primo tempo termina 34-27.

La ripresa si apre con una tripla di Jakubcova che porta le sue a -4, ma nel giro di 20’’ per le sestesi Panzera segna in appoggio e Graves in contropiede. Per qualche minuto la distanza tra le due squadre rimane costante: da una parte segnano Tunstull e Harper, dall’altra Graves e Verona a gioco fermo. Ma per la seconda volta nella gara l’attacco dell’Allianz si blocca leggermente, a causa anche di diversi errori dalla media e dalla lunetta: dall’altro lato del campo Lucca fa un 7-0 in 1’45’’ con 4 punti di Tunstull e 3 di Jakubcova (toscane a -1). Gwathmey si carica le compagne in spalla e da sola, sfruttando anche il bonus falli delle avversarie, firma un importantissimo 7-0 (tripla e poi 4/4 ai liberi) che vale il +8. Russo prova a contenere l’emorragia con un 2/2, ma ancora Gwathmey, dalla media, e Graves (4/4 ai liberi) collaborano per un 6-0 in 1’10’’ (+12 Sesto). Nell’ultimo minuto della terza frazione per il Geas Gwathmey mette i propri punti numero 25 e 26 e per la Gesam Tunstull e Pastrello uniscono le forze per 5 punti (57-48). Nei primi frangenti della frazione finale Tunstull mette un libero e poco dopo viene sanzionata per un fallo tecnico: Gwathmey non converte però il tiro libero. Verona si mette in proprio e porta a termine una bella penetrazione in sottomano. Con Jakubcova (2) e Tunstull (4 in 35’’) le ragazze di coach Iurlaro mettono il 6-2 che le riporta a -8, ma Oroszova produce 5 punti consecutivi in 30’’ (66-55). Con un bell’assist di Verona, Graves non sbaglia l’appoggio che allunga il break a 7-0 e che vale il +13. Miccoli e Harper mettono 5 punti di fila, ma il Geas scava un altro 7-0 in 1’05’’ con Gwathmey, dall’arco, Oroszova, da sotto dopo un buon lavoro di piede perno, e Graves, con un jumper dal gomito dell’area (massimo +15 Geas). Negli ultimi 3’ dell’incontro, con ritmo calato, per l’Allianz segnano Panzera e Ronchi, mentre per le toscane Tunstull, Miccoli e Jakubcova, che riescono a ridurre il divario a 9 lunghezze (79-70 il finale).

Buona prova al tiro dal campo per le ragazze di coach Zanotti (61% da due e 37% dall’arco), che però non eccellono a gioco fermo, nonostante i numerosi tentativi (68%, 17/25). Anche Sesto commette un alto numero di falli: leggermente più precise dalla lunetta le toscane (80%, 20/25), che accusano però le più basse percentuali a cronometro attivo (41% da due, 34% dai 6.75). Gara fisicamente ben gestita dal Geas nel pitturato a controllo delle palle vaganti: la gara a rimbalzo finisce 36 a 24. Mvp dell’incontro, al suo season-high, Jazmon Gwathmey, che mostra tutto il suo talento in fase di costruzione del tiro e di realizzazione da diverse zone del campo e sangue freddo nella gestione dei possessi: l’ala termina con 29 punti (75% dal campo: 6/7 da due, 3/5 da tre; 8/11 ai liberi), 8 rimbalzi e 2 assist. Anche gli altri quattro quinti del quintetto Allianz finiscono in doppia cifra di punti: Bashaara Graves ne mette 15 (5/7 da due, 5/6 a gioco fermo) con 4 rimbalzi, “recuperando” dalla prestazione sottotono dei primi due quarti con una ripresa di pura efficienza (13 punti sui 15 totali negli ultimi 19’); Sabina Oroszova 12 (2/2 da tre) con 3 rimbalzi e 2 assist; Ilaria Panzera e Costanza Verona entrambe a 10, cui aggiungono rispettivamente 3 rimbalzi con 2 rubate e 8 rimbalzi con 4 assist. Dalla parte delle toscane, prova convincente per la pivot Tunstull, che chiude con 21 punti e 4 rimbalzi; 13 punti infine per Jakubcova e Miccoli.

A questo link il tabellino completo della partita.

Ecco i risultati degli altri incontri della quindicesima gara di campionato: Sassari – San Martino 69-74; Costa Masnaga – Venezia 72-98; Ragusa – Bologna 86-82; Schio – Battipaglia 93-55; Campobasso – Vigarano 76-59.

COACH ZANOTTI – “Era una partita emotivamente non facile. L’ultima settimana è stata una settimana di lavoro importante con la squadra al completo. Dovevamo avere una reazione dopo la brutta sconfitta di Venezia. In campo stasera ho visto cose migliori rispetto a quell’uscita, oltre a un maggiore coinvolgimento da parte di tutte le ragazze. Rimangono però molte cose da sistemare, soprattutto in fase offensiva; nell’altra metà campo ogni tanto dimentichiamo il nostro sistema difensivo ma su questo continueremo a lavorare. Avevo chiesto alla squadra di essere un po’ più energica e di mettere in campo un po’ di emozioni in più e devo dire che oggi ci hanno provato. Nei momenti di difficoltà abbiamo reagito: dovremmo cercare di non prendere un vantaggio per poi farlo ridurre lentamente dalle avversarie durante la partita per poi ripartire, ma dovremmo cercare, una volta preso un vantaggio, di giocare in maniera più ragionata e di mantenerlo, senza perdere palloni facili o prendere tiri in situazioni sbagliate. Dobbiamo imparare a prendere scelte migliori: continuiamo ad allenarci, in un periodo in cui finalmente possiamo farlo per una intera settimana. Abbiamo chiuso questa gara e pensiamo alla prossima con San Martino”.

COACH IURLARO – “Per noi questo è un periodo complicatissimo: ai problemi e alla pausa relativi al Covid, si è aggiunto quello relativo a una giocatrice che se ne è andata e su cui avevamo fatto scelte importanti di squadra. È un momento di transizione: dobbiamo provare a recuperare la forma fisica che proprio non c’è; non riusciamo a tenere gli 1 contro 1 e a volte ci è mancata proprio l’energia. Purtroppo non stiamo riuscendo ad allenarci come vorremmo: in palestra le ragazze sono contatissime e abbiamo avuto qualche assenza per lievi infortuni. Inoltre abbiamo disputato 4 incontri in 10 giorni: siamo arrivati a questa partita davvero svuotati. Ora dobbiamo ritrovare le forze e lavorare intensamente. Stasera in certi momenti siamo riusciti a tenere, ma non abbiamo mai avuto la carica per mettere la testa avanti: se fossimo riusciti a metterla quando siamo arrivati a -1 forse avremmo trovato poi qualche altra forza nascosta; questo è l’unico rammarico della gara. Ora continuiamo a pensare al proseguimento del nostro campionato”.