FIP - Petrucci: "In Italia la monocultura calcistica sta uccidendo le altre discipline"

10.07.2020 08:06 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
FIP - Petrucci: "In Italia la monocultura calcistica sta uccidendo le altre discipline"

Gianni Petrucci non si è lanciato in proclami o dichiarazioni di guerra verso il Governo per la mancata approvazione (almeno fino ad oggi) sulla defiscalizzazione delle sponsorizzazioni sportive. E nemmeno sulla mancata riapertura degli impianti sportivi scolastici e pubblici, fondamentali per riprendere l'attività agonistica nelle categorie minori e a livello giovanile. Ecco le su parole alla Gazzetta dello Sport.

Calcio. La monocultura calcistica sta uccidendo lo sport. Qualcosa dovrà cambiare nella mentalità di tante persone e nell'opinione pubblica.

Palasport. È un problema serio. Non ho avuto risposta dal comitato tecnico scientifico. Il calcio è ripartito, a causa dei diritti tv, con un protocollo rigido e bene ha fatto Gravina a non mollare.

Ma lo vedete bene che senza gente sugli spalti non è sport. Gli sport popolari hanno bisogno del pubblico. Cominciare il basket o la pallavolo senza gente sarebbe deleterio. Apriteci i palazzetti. Nessuno ci risponde ma mi batterò fino alla fine.

Vorrei capire perché i teatri, per dire, sono stati riaperti, pur rispettando il distanziamento. Il parere del Cts è importante, ma non è il Vangelo.

Dicono solo no, senza motivare. Noi siamo pronti a partire anche con un torneo di 3 contro 3 al Foro Italico: nessuno ci dice nulla, intanto hanno riaperto i centri estivi...

Palestre scolastiche. La ministra Azzolina ha detto che si impegnerà. Bene, ma poi qual è la risposta ufficiale? Bisognerebbe ricordarsi che lo sport è il settore del volontariato più potente d'italia.

Defiscalizzazione. Grazie soprattutto all'intervento del ministro Spadafora sono convinto che alla fine ci sarà. Non conosco l'importo finale, ma è una norma che serve come l'ossigeno.