Serie C - Intensità e carattere: la Fotodinamico spaventa la Ferrini

20.10.2019 00:29 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Serie C - Intensità e carattere: la Fotodinamico spaventa la Ferrini

Dopo due successi consecutivi si ferma la corsa della Fotodinamico Sestu, che in casa della Ferrini Delogu Legnami incassa la prima sconfitta della stagione. Al Palasport di via Pessina finisce 94-82 per i quartesi, trascinati dalle prove individuali di Pedrazzini e degli ex Graviano e Samoggia. La squadra di coach Sassaro può però essere pienamente soddisfatta per una prestazione determinata e intensa, specie nella metà campo difensiva. Novelli e soci hanno infatti reso la vita complicatissima ai padroni di casa, mantenendo la sfida aperta fino agli ultimi minuti.

LA GARA – L’inizio non promette nulla di buono per la Fotodinamico, che subisce il talento offensivo di Samoggia. Coach Sassaro interviene con il timeout, ma sia Manca che Serra faticano a contenere l’ala sassarese, protagonista del primo vantaggio in doppia cifra per la Ferrini sul 12-2. Pian piano, però, i sestesi si sbloccano offensivamente, e con la bomba di Orrù fanno capolino sul -7 (17-10). I tentativi di rientro immediato vengono però frustrati dalla situazione falli: i Pirates, infatti, concedono molto presto il bonus, e la Ferrini ne approfitta per allungare ancora. Vaccargiu suona la carica nella metà campo offensiva (canestro del -4 sul 20-16) e spaventa i biancoverdi. Dopo il timeout di Grandesso, però, Graviano va a segno per due volte consecutive dall’arco, regalando ai suoi 11 punti di vantaggio alla prima sirena (29-18).

Al rientro in campo la Fotodinamico si scatena in zona difensiva: i lunghi chiudono l’area, mentre gli esterni sono protagonisti di un’asfissiante pressione sui portatori di palla. Novelli e compagni recuperano palloni in serie e volano a realizzare in contropiede, beneficiando anche dell’energia del classe 2001 Marras in uscita dalla panchina. I padroni di casa faticano a trovare la bussola contro la straordinaria aggressività dei Pirates, capaci di rimontare fino al -2 (33-31). Dopo un nuovo timeout di Grandesso la Fotodinamico trova la parità a 33 con un bel canestro di Onnis. Dall’altra parte, invece, si scatena Pedrazzini, autore di ben 8 punti consecutivi. Vaccargiu non resta a guardare, e a suon di canestri regala all’Accademia il sorpasso sul 41-42. Prima dell’intervallo lungo, però, Samoggia, con un gioco da tre punti, restituisce ai suoi la testa del match sul 44-42.

Il rientro della Fotodinamico non è dei migliori: la Ferrini prova nuovamente a scappare con un parziale di 7-0, mentre Sassaro deve fare i conti con il terzo fallo di Onnis. La Delogu Legnami pare ritrovare fluidità offensiva (Samoggia a segno per il nuovo vantaggio in doppia cifra sul 57-47), ma perde Elia per infortunio. Nel momento di difficoltà, però, l’Accademia si affida nuovamente alla ricetta vincente del primo tempo: difesa forte e contropiede. Così i ragazzi di coach Sassaro trovano un altro parziale che li riporta a contatto sul -4 (67-63).

Un nuovo break di 6 punti della Ferrini in avvio di ultima frazione non scoraggia la Fotodinamico, che con Serra accorcia sul 77-71. I sestesi continuano a dannarsi l’anima in difesa, ma vengono comunque puniti dalla pesante bomba di Pilo che vale l’86-76. La Fotodinamico perde Onnis e Orrù per falli, e pian piano esaurisce anche la benzina. Con la tripla del 94-82 Samoggia fa definitivamente calare il sipario sul match. La Ferrini conquista i due punti, ma la Fotodinamico esce dal Palsport di via Pessina con la rinnovata consapevolezza di essere all’altezza di qualunque avversario.

“Sono soddisfatto – afferma nel post partita il tecnico Marco Sassaro – mettendo in campo questo livello di energia possiamo giocarcela con tutti. La pressione difensiva ha comportato un grande dispendio di energie e di falli che alla fine si è fatto sentire. Ci sono stati almeno tre momenti in cui la squadra è riuscita a ricucire degli strappi che avrebbero messo in difficoltà chiunque, e questo non può che farmi piacere. I ragazzi hanno compreso il valore di giocare assieme, e oggi hanno saputo dimostrarlo”.

Ferrini Delogu Legnami - Fotodinamico Sestu 94-82 (29-18 / 44-42 / 69-63)

Ferrini: Dell'Orto 6, Pedrazzini 21, Graviano 20, Putignano 4, Melis, Pilo 6, Carrucciu 2, Samoggia 25, Fois 10. All. Grandesso

Fotodinamico: Cabriolu ne, Novelli 7, Orrù 15, Serra 6, Murgia ne, Murru ne, Manca 2, Cicotto, Bonacci 2, Onnis 18, Vaccargiu Fr. 28, Marras 4. All. Sassaro

Arbitri: Battaglia e Mele