Serie B - Una Goldengas da record per iniziare il 2019

06.01.2019 23:39 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 168 volte
Serie B - Una Goldengas da record per iniziare il 2019

Il 2019 inizia con la gara casalinga tra Senigallia e Nardò, ultima giornata del girone di andata di Serie B.

Giacomini, Maggiotto, Giampieri, Gurini e Pierantoni compongono lo starting five biancorosso mentre Nardò schiera Ingrosso, Provenzano, Zampolli, Visentin e Drigo.

Nonostante i cambi di difesa ordinati dalla panchina ospite, la Goldengas parte col piede giusto in attacco trovando tiri ad alta percentuale e di conseguenza canestri facili con Pierantoni e Gurini a mettere assieme 18 dei primi 22 punti biancorossi.

Dall’altra parte Nardò si affida alle triple di Provenzano e alle giocate di Zampolli per rimanere in scia, 22-16 al sesto minuto.

Senigallia trova il canestro con percentuali irreali; Maggiotto ne mette 12 in fila e la Goldengas tenta la fuga sul 37-24 di fine primo quarto. Dopo i primi dieci minuti il tabellino dei biancorossi dice 10 su 10 da 2 punti e 5 su 7 da oltre l’arco dei 3 punti.

 

Senigallia tocca il +16 (42-26) in avvio di secondo quarto con un gioco da tre punti di Giampieri ma poi deve subire il rientro degli ospiti. Le triple di Bonfiglio (tre consecutive) e Mastrangelo riportano gli ospiti a sole 6 lunghezze di distanza (44-38). Morgillo si fa trovare pronto sui tagli andando anche a inchiodare una schiacciata che il pubblico del PalaPanzini apprezza.

Nardò ci prova anche con la box and one con Ingrosso francobollato su Maggiotto, ma viene punita dalla tripla di Matteo Ricci. Lo stesso Matteo Ricci trova nuovamente il canestro dalla lunga distanza e si va al riposo con l’incredibile punteggio di 68-51.
Ancora più sensazionale è la percentuale al tiro dei biancorossi nei primi venti minuti: 91% da due punti (20/22) a cui fa eco il 64% da tre punti (7/11).

 

Il terzo periodo si apre con un 5-0 di Gurini per il +20 biancorosso. I tentativi degli ospiti di riaprire il match vengono respinti prima dalla tripla di Maggiotto (già oltre quota 20 personali come anche Gurini) e poi da Giacomini, col massimo vantaggio che viene costantemente aggiornato (83-59 al 24’ con liberi di Pierantoni e poi ancora 87-63 con Gurini, sempre dalla lunetta).

La partita perde, comprensibilmente, interesse a livello agonistico con Nardò che alza bandiera bianca e Senigallia che va sul velluto. Gurini esce per la standing ovation ma è tutta la Goldengas a meritarsi gli applausi per una prestazione da libro dei record col tabellone che dice 94-65 a fine terzo quarto.

 

La Goldengas inizia l’ultimo quarto giocando con troppa sufficienza e questo produce solamente qualche palle perse.

Nardò, dal canto suo, rosicchia buona parte dello svantaggio con un parziale nella prima parte del quarto periodo di 18-4 arrivando al 98-83 del 35’. Senigallia è costretta a rimettere in campo i “titolari” per ritrovare la giusta attenzione e mantenere un margine di vantaggio di sicurezza. Due liberi di Giacomini e un contropiede di Maggiotto a due minuti e mezzo dall’ultima sirena chiudono il discorso vittoria con i biancorossi che tornano ad avere 19 lunghezze di vantaggio (104-85). Finisce 109-89.

 

 

 

SENIGALLIA – NARDO’ 109-89

(37-24; 31-27; 26-14; 15-24)

 

SENIGALLIA: Diamantini, F. Ricci 4, Pierantoni 16, M. Ricci 8, Giacomini 9, Crescenzi, Giampieri 7, Gurini 27, Figueras, Morgillo 10, Maiolatesi, Maggiotto 28. All. Foglietti.

NARDO’: Banach 15, Scardino, Ingrosso 11, Provenzano 6, Drigo 2, Mastrangelo 8, Razzi 7, Visentin 2, Bonfiglio 18, Zampolli 20. All. Quarta.

ARBITRI: Guarino e Palazzo.

PROGRESSIONE: 19-14 (5’), 37-24 (10’); 48-43 (15’), 68-51(20’); 83-63 (25’), 94-65 (30’); 98-83 (35’), 109-89 (40’).