A2 Verde - Anche con Bergamo supplementari fatali per l’Apu Old Wild West Udine

24.01.2021 21:42 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
A2 Verde - Anche con Bergamo supplementari fatali per l’Apu Old Wild West Udine
© foto di Lodolo

Ancora una sconfitta ai supplementari per l’Apu Old Wild West Udine che questa sera al PalaCarnera si è fermata nuovamente dinanzi alla Withu Bergamo, che si è imposta per 83-87. Non è bastata un’ottima prestazione di Dominique Johnson, Mvp dell’incontro con 23 punti, per ritrovare i due punti.

L’Apu Old Wild West Udine è costretta a rinunciare ancora ad Andrea Amato (lombalgia) e a Riccardo Azzano, entrambi comunque presenti a bordocampo per sostenere i compagni. Quintetto di partenza, dunque con Giuri, Johnson, Deangeli, Antonutti e Foulland. Partenza fulminea con Bergamo che in meno di due minuti si porta sul +5 con Masciadri (0-5), mentre il primo canestro bianconero porta la firma di Antonutti (2-5). Dopo due minuti Bergamo si porta sul +6 con Da Campo (2-8) e sessanta secondi dopo Johnson mette a segno la sua prima tripla dell’incontro (5-10). A metà periodo l’Old Wild West accorcia con Giuri (11-12) e un minuto e 20 secondi più tardi Antonutti annulla le distanze con un canestro da tre punti (16-16). A 2 minuti e 32 secondi dalla prima sirena Mussini realizza il canestro del +1 per i padroni di casa (19-18) e successivamente Nobile sigla il +2 (21-19). Nell’ultimo minuto di gioco i lombardi trovano canestri pesanti con Zugno e Pullazi e chiudono la prima frazione sul 21-25. In avvio di secondo quarto Vecerina realizza uno dei liberi concessi per fallo di Nobile (21-26) e due minuti dopo Pullazi mette a segno la tripla del +8 (23-31), subendo anche fallo da Antonutti e completando l’azione per il +9 ospite (23-32).  A metà periodo la tripla di Mobio riavvicina i friulani (31-37) che però nell’azione successiva subiscono un’altra tripla di Bedini (25-34). Lo stesso numero 8 giallonero mette a segno tre triple in successione che portano a 11 i punti di distacco a 3 minuti e 49 secondi dall’intervallo lungo (32-43). E Pullazi quarantaquattro secondi dopo firma il +12 (34-46), al quale risponde immediatamente Nobile dall’angolo (37-46). Si va all’intervallo lungo sul -10 (39-49).

In apertura di terzo periodo Foulland firma il -8 (41-49), ma Bergamo mantiene le distanze grazie alla tripla di Purvis (43-54). Al secondo minuto comincia la rimonta bianconera i liberi di Deangeli e Johnson (in entrambi i casi fallo di Pullazi) e i due canestri in serie dello stesso numero 3 Usa portano a solo due i punti di ritardo dell’Apu (52-54) dopo tre minuti di gioco. Ma il team di Calvani continua ad avere percentuali importanti soprattutto nei tiri da 3, come dimostra la tripla di Zugno a metà periodo (52-60). La formazione di Boniciolli fatica a mettere la partita sui suoi binari e subisce il -11 a un minuto dalla fine (57-68). Negli ultimi sessanta secondi con Mobio accorcia e chiude la terza frazione sul 61-70. Lo stesso ex Orlandina va a segno a inizio quarto periodo (63-70) e dopo tre minuti privi di attacchi vincenti, Foulland realizza il -5 (65-70) e nel giro di un minuto si ripete per il -3 (67-70). A riequilibrare il match si pensa Johnson con una bomba a metà periodo (70-70) e a 2 minuti dal termine porta avanti i suoi trasformando due liberi concessi per fallo di Vecerina (72-70). A 37 secondi dalla fine Purvis realizza il 72-72 con il quale si va ai supplementari, che si aprono con due invenzioni di Johnson (76-72). I due liberi concessi per fallo di Easley a Foulland portano a +6 il vantaggio degli uomini di Boniciolli (78-72) a 3 minuti e 50 secondi dalla fine del supplementare. A 2 minuti e 33 secondi Pullazi commette fallo antisportivo su Foulland che realizza uno dei liberi portano a 7 il vantaggio dei padroni di casa (81-74). Ma trenta secondi dopo Zugno trova la tripla del -4 (81-77) e a un minuto dalla fine anche Vecerina va a segno dalla distanza (81-82). Con i lberi di Masciadri (fallo di Mussini) Bergamo va sul +3 (81-84) a 12 secondi dalla fine del supplementare. Con i liberi di Masciadri si chiude la partita sull’83-87.

APU OLD WILD WEST UDINE – WITHU BERGAMO 83-87 dts

(21-25, 39-49, 61-70, 72-72)

APU OLD WILD WEST UDINE: Johnson 23 punti, Mussini 17, Deangeli 2, Schina ne, Antonutti 5, Mobio 10, Agbara ne, Foulland 15, Giuri 2, Nobile 7, Pellegrino, Italiano 2. All. Matteo Boniciolli.

WITHU BERGAMO: Da Campo 7 punti, Bedini 9, Parravicini, Seck ne, Purvis 10, Vecerina 8, Masciadri 12, Easley 16, Pullazi 17, Zugno 8. All. Marco Calvani.

Arbitri: Moretti, Maffei, Barbiero.

Usciti per cinque falli: nessuno.

(foto Lodolo)