LIVE EL - Russia amara: anche lo Zenit S. Pietroburgo supera l'Olimpia Milano

LIVE EL - Russia amara: anche lo Zenit S. Pietroburgo supera l'Olimpia Milano

Direttamente da Kazan, l'Olimpia Milano si è trasferita a San Pietroburgo per il confronto con lo Zenit di Xavi Pascual per l'undicesima giornata di regular season di EuroLeague (palla a due ore 18:45, diretta Skysport e Eleven Sports). A seguito dell'infortunio di Dinos Mitoglou e dell'indisponibilità di Malcom Delaney (che è al seguito della squadra) e di Riccardo Moraschini non si dovranno inviare giocatori in tribuna per il turnover. Lo Zenit invece è senza Shabazz Napier e, probabilmente, Dmitry Kulagin che ha già saltato le ultime quattro partite. L'Armani ha svolto regolarmente il consueto shootaround.

1° quarto - Primi due punti con la firma di Shields 0-2. Il recupero di Rodriguez manda in contropiede Melli.  Mickey accorcia con 8'10", ma arrivano due liberi di Datome. Schiaccia Gudaitis poi Melli, Tarczewski e ancora Melli per uno 0-6 chiuso da Loyd e Ponitka 8-12 al 5' e timeout TV. Prolunga il break lo Zenit arrivando al 15-12, così Messina deve fermare il gioco con 3'06". 2/3 di Mickey al rientro, Kyle Hines chiude il 13-0 con 2'30". Loyd scrive due sul tabellino, Shields risponde con un 2+1 e dopo un batti e ribatti sui due lati del campo con il canestro del pareggio a quota 19. Grant non finalizza l'ultima palla, 19-19.

2° quarto - I cambi russi Zacharov e Karasev ripartono con il 5-0, Rodriguez accorcia con una tripla, Hines segna da rimbalzo d'attacco e raccoglia anche il libero 24-25 con 7'57". Baron e la tripla di Karasev ribaltano con il +4 casalingo, e finalmente si fa sentire Hall 29-27 con 6'07". Hines si beve Gudaitis e la difesa russa; il centro lituano però gode di un antisportivo chiamato a Melli: 1/2 in lunetta, persa ai 24" l'azione seguente. Tripla di Ricci per il +2 con 4'53" e ancora pick'n'roll Rodriguez-Hines con l'americano in lunetta. 30-32 e timeout Pascual. 1/2 per Hines e quinto assist del Chacho. Poythress schiaccia il -1, con 2'25" Shields commette il suo secondo fallo in attacco e Messina prende il richiamo. Loyd fa 1/2 su discutibile fallo di Biligha e pareggia. Tripla di Rodriguez con 1'38", poi ne aggiunge due e la persa di Loyd è timeout per lo Zenit. Frankamp in lunetta 2/2; entra in campo anche l'ultimo dei giocatori in panchina di S. Pietroburgo l'ex Kuzminskas. Rodriguez in lunetta con 4,6 secondi per 1/2 e nuovo timeout Pascual. Nulla di fatto, e al 20' è 35-39.

3° quarto - Mickey a segno dopo quasi 1'. Lo Zenit si carica di tre falli, ma alla fine Shields mette il 2+1 37-42. Liberi per Ponitka per il -3 con il terzo fallo di Melli. Gudaitis -1 con 8'. Mickey di carambola al sorpasso, Gudaitis da sette metri e il timeout per una Armani che si sta innervosendo lo chiama Messina 45-42 con 6'45". Tripla di Karasev ma anche di Hall al 24° secondo. Mickey in lunetta 2/2, poi segna in faccia a Ricci, ma Hall da tre e dall'angolo ferma lo strappo dello Zenit. Ancora Mickey a segno 54-48 con 3'42". Terzo fallo di Gudaitis, e 2/2 di Rodriguez in lunetta. Ponitka riallunga con la tripla, Ricci fa lo stesso. La difesa Armani recupera palla, ed è quarto fallo di Karasev, su Melli che in lunetta fa 2/2 -2 con 2'20". Persa ai 24" palla dai russi, fallo su Ricci in attacco ed è 57-57. Mickey rilancia con una bomba fortunosa e fortunata, Rodriguez la ripaga con il 60-60 nell'ultimo minuto. Altra palla recuperata da Milano, senza nulla di buono, poi Hies completa il quarto strappando la palla di mano a Loyd. 60-60 confermato.

4° quarto - Nei primi 2'10" canestro di Baron e pareggio di Hines. Che si ripete con 6'58" +2 Milano. La stoppata di Grant su Baron innesca il contropiede concluso da Rodriguez per il +4 su cui Pascual chiama un pronto timeout con 6'37". Lo Zenit torna a segnare con 5'18" con due punti di Loyd. Gudaitis di forza e tecnica si beve Hines e con l'aggiuntivo sorpassa 67-66. Le forzature dell'Olimpia sotto il canestro dello Zenit diventano troppe, sul cambio di campo Ricci manda Zubkov in lunetta 1/2 con 4'02". Loyd ci mette una tripla dopo l'ennesima palla che Melli non appoggia a canestro, e il +5 è timeout per Messina con 3'27". Rodriguez per il -3, subito la risposta di Baron. Quarto fallo di Gudaitis, ma anche fallo in attacco di Rodriguez con 1'24". Gudaitis recupera una palla e Hines lo rimanda in lunetta 1/2 -6. Quinto fallo per il centro lituano. 54 secondi, due triple tentate e sbagliate dal Chacho. Lo Zenit no chiude, palla Olimpia con 17 secondi, due punti per Rodriguez con 8 secondi e quattro da recuperare. La difesa dell'Armani però preferisce non prendere un altro canestro piuttosto che tentare un disperato recupero palla.

Il commento: Messa sul fisico, la gara dell'Olimpia è stata un disastro in attacco, anche costringendo lo Zenit a brutte palle perse. Datome e Melli sono apparsi affaticati dal doppio turno, e quando Rodriguez staziona in panchina arrivano i momenti peggiori. Quasi 32' in campo per il Chacho che quasi con la lingua di fuori si prende gli ultimi tre tiri della squadra. Il piano partita di Pascual ha avuto la meglio, anche con l'aiuto di un paio di tiri fortunati. Un saluto al primo posto.

Zenit S. Pietroburgo - Olimpia Milano 74-70. Boxscore: 17 Mickey, 13 Gudaitis e Loyd per lo Zenit (8-3) che raggiunge Milano in classifica; 20p+6as Rodriguez, 12 Hines, 10 Shields, 8 Ricci, Hall e Melli, 2 Datome e Tarczewski per l'Olimpia.