Un anno senza Kobe Bryant: cinque momenti della sua carriera

26.01.2021 05:00 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Un anno senza Kobe Bryant: cinque momenti della sua carriera
© foto di SAVINO PAOLELLA

Un anno è passato dalla morte di Kobe Bryant. Ricordiamo alcuni momenti chiave della sua carriera da giocatore.

KOBE, 2005/2006 - 81, 62. A livello individuale, fu la migliore in assoluto di Kobe: 35.4 punti di media a partita, 5.3 rimbalzi, 4.5 assist, 45% al tiro. Il 22 dicembre del 2006, il Mamba realizzava la sua storica prestazione da 81 punti contro i Toronto Raptors. Tuttavia molti non ricordano che un mese prima, il 20 dicembre, i Lakers affrontarono i Mavericks e Kobe Bryant realizzò 62 punti in tre quarti. La particolarità? Kobe, alla fine del terzo periodo (nel quale aveva realizzato 30 punti), aveva segnato più punti della squadra avversaria messa insieme. L'ultimo periodo iniziò sul risultato di 61-95 a favore dei losangelini. 

SHAQ X KOBE. Shaquille O'Neal e Kobe Bryant sono stati indiscutibilmente una delle migliori coppie della storia della NBA. I due hanno vinto insieme tre titoli NBA consecutivi. Nel 2000, anno del primo titolo, i Lakers furono ad un passo dall'eliminazione. Alle finali di conference contro i Portland Trail Blazers, la serie arrivò a Gara 7. Era il 4 giugno i Lakers arrivano a -15 ma recuperano con un parziale di 31-13 nell'ultimo periodo. E lì la giocata forse più iconica del duo: Kobe salta Scottie Pippen con un crossover e alza per l'alley-oop di Shaquille O'Neal: Staples Center in delirio.

SHAQ X PAU. Febbraio 2008, i Los Angeles Lakers acquiscono Pau Gasol dai Memphis Grizzlies. Il resto è storia. Da quando Shaq se ne era andato da LA, i Lakers non erano mai riusciti a tornare alle finals. Sfortunatamente nel 2008/2009, i losangelini trovarono davanti i Boston Celtics del big three Allen/Garnett/Pierce. Ma l'anno successivo, i Lakers rialzarono il trofeo con Kobe che realizzò 32.4 punti, 7.4 assist e 5.6 rimbalzi nella serie finale contro i Magic, vincendo il titolo di MVP delle Finals. La rivincita arriva l'anno successivo: in Gara 7 i Lakers battono i Boston Celtics con un Kobe da 28.6 punti di media.

60, MAMBA OUT. "Che altro posso dire? Mamba Out". Il 16 aprile del 2016, Kobe Bryant giocò la sua ultima partita in carriera. I Lakers ottennero la vittoria contro gli Utah Jazz e Kobe registrò 60 punti a referto. Lui al centro, i tifosi attorno. 20 anni dopo. Magico.

Dear Basketball. 30 novembre 2015. "Caro basket, dal primo momento in cui mi sono tirato su le calze di mio padre e ho iniziato a tirare immaginari canestri vincenti all'ultimo secondo nel grande Western Forum, ho capito che una cosa era vera: mi ero innamorato di te. Un amore così profondo che ti ho dato tutto, dalla mia mente e dal mio corpo al mio spirito e la mia anima. Da ragazzino di 6 anni, così innamorato di te, non ho mai visto la fine del tunnel. Ho visto solo me stesso che correvo attraverso questo lungo tunnel [...]". Con una lettera, Kobe Bryant annuncia l'addio dalla pallacanestro giocata al termine della stagione. Nel 2017, il cortometraggio scritto da Kobe Bryant e diretto da Glen Keane vince l'Oscar.