Lega A - La Leonessa presentata in Loggia: 'Portiamo in alto il nome di Brescia'

18.09.2019 14:48 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Lega A - La Leonessa presentata in Loggia: 'Portiamo in alto il nome di Brescia'

È stato un Salone Vanvitelliano caldo e gremito a ospitare la presentazione ufficiale della Germani Basket Brescia, che si accinge a disputare una stagione sportiva ricca di appuntamenti prestigiosi. Durante la presentazione ufficiale in Loggia, la squadra di Vincenzo Esposito ha fatto il pieno di entusiasmo, toccando con mano ancora una volta la vicinanza delle Istituzioni, a partire dal Comune di Brescia, e dei partner che la sostengono. Anche per questo, la presentazione è stata l’occasione per manifestare i buoni propositi sotto i quali nasce la nuova stagione sportiva, di fronte a tutte le componenti della società: squadra, staff tecnico, dirigenti e tutti coloro che quotidianamente prestano la loro opera affinché quello della Leonessa sia un cammino vincente.

“Presentare la Germani Basket Brescia in Loggia è un chiaro messaggio che diamo alla comunità e alla città – spiega il sindaco Emilio Del Bono -. Vogliamo continuare a spiegare ai cittadini che lo sport è una molla di crescita sociale, migliora l’immagine delle città e, con l’esempio degli atleti delle prime squadre, costruisce il movimento sportivo delle varie discipline. Questo è soprattutto un messaggio rivolto ai più giovani, che si appassionano a fare gioco di squadra, si impegnano in attività sportiva e si costruiscono una dimensione diversa”.

“Per fare sport ad alti livelli serve avere infrastrutture adeguate – prosegue il primo cittadino di Brescia -, e grande unità tra tutti i soggetti: istituzioni, società sportive e tifoserie. In città c’è un clima positivo e Basket Brescia Leonessa riesce sempre a trasmettere grandi emozioni mantenendo la grande sportività che ha sempre saputo esprimere e dando un messaggio di educazione a tutta la città”.

“Attraverso le nostre attività, cerchiamo di coinvolgere sempre di più il territorio, il pubblico, le aziende e i tifosi – afferma Graziella Bragaglio, presidente di Basket Brescia Leonessa -. Vogliamo continuare a crescere, perché il nostro è un progetto sano, che crea aggregazione. Riuscire a creare emozioni non ha prezzo. Anche per questo, ringraziamo i nostri partner, anche quelli nuovi che sono entrati a far parte del nostro progetto. Stiamo costruendo una serie di iniziative importanti, vogliamo coinvolgere tutti gli aspetti più importanti della vita sportiva e sociale della nostra città”.
“Il suo scudetto Brescia lo ha già vinto: ha un palasport meraviglioso, dove vengono 5000 persone per godere di uno spettacolo nel quale non c’è mai tifo contro – spiega il patron Matteo Bonetti -. Provo sempre grande emozione nel ripensare ai passaggi della cavalcata che la nostra società ha compiuto negli ultimi 10 anni. Ci aspetta una stagione difficile, che prevede tante partite. Porteremo il nome di Brescia per il secondo anno di fila in Europa, e questo è motivo di grande orgoglio per tutti noi”.

“Siamo una società che continua a crescere, che ha tanta energia – conclude Bonetti -: teniamo i piedi per terra, lottiamo per tenere stretta la Serie A e provare a fare un nuovo record, cercando di battere quelli che abbiamo scritto negli anni. Ci aspettano grandi partite da vivere tutti insieme, sempre con il sorriso e la gioia di vivere uno sport meraviglioso come la pallacanestro”.

“Ci aspetta un anno molto complicato, come lo sono tutti per chi partecipa a tornei di un certo livello – le parole di Sandro Santoro, direttore generale della Leonessa -. Abbiamo costruito una squadra attorno a Vincenzo Esposito, una persona a cui ero legato da tanti anni, che in panchina ha dimostrato di avere competenze e una voglia di vincere che sarà un punto fermo della nostra stagione. Abbiamo cercato giocatori che potessero essere pronti a combattere, che sanno fare ciò che è importante nel momento in cui va fatto”.
“Fare una squadra vuol dire unire i percorsi storici dei giocatori che ne fanno parte – prosegue Santoro -. La rivalsa per come è andata la scorsa stagione deve essere il nostro primo pensiero. La squadra è pronta e nel precampionato ci siamo accorti di poter contare su dei giovani che sono in grado di giocarsi le loro opportunità”.

“Per me sono momenti di forte emozione, perché con il Trofeo Ferrari ricordiamo mio fratello Roberto, che abbiamo perso 14 anni fa – il pensiero di Mauro Ferrari, AD di Germani Spa -. Tutti gli anni poterlo ricordare è qualcosa di fantastico per la nostra famiglia. Abbiamo fatto tre campionati fantastici insieme, ma dobbiamo dimenticare il passato: inizia una nuova stagione e chiedo a tutti i giocatori di impegnarsi tanto, perché rappresentano un’intera città che fa dell’impegno e del sacrificio la propria carta d’identità in Italia e in Europa. Non ci manca nulla, abbiamo tutto ciò che ci serve per poter rappresentare lo sport e Brescia ad alti livelli”.