LBA - Torino: Torna il sodalizio CAVINA-D'ORTA per la serie A?

Andiamo a conoscere il dirigente che da più parti viene indicato come il futuro General Manager della Reale Mutua Basket Torino
21.05.2020 10:47 di Emiliano Latino   Vedi letture
VALERIANO D'ORTA
VALERIANO D'ORTA

Se Cavina e Valeriano D'Orta potranno tornare a lavorare insieme sotto la Mole è ancora presto per dirlo. Di certo, il dirigente piemontese, ha lavorato insieme al coach torinese a Tortona formando una coppia affiatata che potrà ripresentarsi  ai nastri di partenza della prossima stagione.
In attesa del passaggio di proprietà, prende sempre più forma la nuova società torinese, con la probabile conferma dell'Amministratore Delegato Renato Nicolai e Viola Frongia che già ricopre la carica di Direttore Generale, il possibile nuovo inserimento del manager di Bra porterebbe la struttura societaria ad un livello che la massima categoria richiede.
Piemontese, conoscitore esperto di tutte le categorie, D’Orta ha iniziato il suo percorso nel mondo del basket nell’Auxilium Torino in qualità di allenatore delle squadre giovanili (1992-1996), e dopo aver lavorato a Trani e Cuneo ha allenato per cinque stagioni all’Abet Basket Bra in Serie C1 (1997-2002). Dal 2002 al 2007 ha lavorato a Novara come assistente allenatore in Serie A2, poi le tappe di Casale Monferrato (2007-2008) e Sassari (2008-2009), in cui ha svolto anche i compiti di responsabile del settore giovanile. Nelle due stagioni successive ha conquistato per due volte consecutive la Coppa Italia di Legadue con Veroli sempre come assistente allenatore (2009-2010, 2010-2011), prima di rientrare in Piemonte ancora a Casale Monferrato (2011-2012). Nella stagione 2013-2014 è diventato DS con l’Auxilium Torino, carica ricoperta anche a Tortona (2015-2016); nel mezzo l’esperienza a Trapani come scout del mercato dei giocatori americani, e per ultimo le due annate con la Virtus Bologna. Con i felsinei D’Orta ha vinto il campionato di serie A2 2016-2017 ed ottenuto la qualificazione alla Final Eight di Coppa Italia nella stagione successiva. Nel Giugno 2018 risolve il contratto con Bologna e le successive esperienze di Bergamo e Napoli, lo annoverano tra i più esperti nella gestione delle società più importanti del panorama cestistico italiano.
In attesa del mercato che coinvolgerà il roster,il nuovo progetto in casa Torino si muove tra conferme e le smentite di rito con l'obiettivo di farsi trovare pronti e iniziare a programmare il prossimo futuro.