Lega A - Aquila Trento, Jovanović: «I primi punti con la Serbia, che onore: ora però testa su Torino»

07.12.2018 14:33 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 177 volte
Lega A - Aquila Trento, Jovanović: «I primi punti con la Serbia, che onore: ora però testa su Torino»

Il centro classe ‘94 Nikola Jovanovic, al rientro dalla prima apparizione con la maglia della sua Nazionale serba nella finestra di qualificazione a FIBA World Cup 2019, presenta assieme all'assistant coach Davide Dusmet il match di domani sera al PalaVela (ore 20.30, diretta Eurosport 2) tra la Fiat Torino (2-6) e la Dolomiti Energia Trentino (2-6).

NIKOLA JOVANOVIC (Centro DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): «Durante la finestra FIBA ho avuto la fortuna e l'onore di prendere parte al raduno della Serbia e di giocare anche i miei primi minuti in una competizione ufficiale con la nazionale maggiore, segnando 2 punti: è stato fantastico, e tra l'altro abbiamo vinto contro la Grecia una partita davvero importante che ora ci mette nella condizione di essere ad una sola vittoria dalla qualificazione ai Mondiali 2019. Ora però siamo concentrati al massimo sul campionato e su questa trasferta a Torino: sappiamo che sarà una partita dura, ma ci siamo preparati a questo match con grande intensità e attenzione. Nelle ultime settimane credo che si siano visti i tanti passi avanti che abbiamo fatto: dal punto di vista personale è stato determinante l'atteggiamento sempre incoraggiante e propositivo di coach Buscaglia e di tutto lo staff, anche nei momenti di difficoltà mi hanno sempre dato fiducia e confidenza. Però so di dover continuare a lavorare duro per crescere ancora e aiutare la squadra a vincere».

DAVIDE DUSMET (Assistant Coach DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): «Rispetto a quella che abbiamo affrontato a fine settembre in Supercoppa, la Torino contro cui giocheremo domani sarà un po' diversa: nelle ultime settimane ad una struttura di roster che già presentava tanti giocatori di alto livello la Fiat ha aggiunto alcune pedine che domani sera saranno di sicuro importanti nell'economia della partita. Moore è un playmaker con talento e punti nelle mani, Hobson è un'ala esperta, che in attacco può fare tante cose: e poi potrebbero recuperare McAdoo, che nel match di Supercoppa fece un'ottima partita mettendoci anche in difficoltà. Insomma, le insidie al PalaVela non mancheranno: noi dopo questi 10 giorni di grande lavoro fisico e atletico abbiamo un po' ritrovato il ritmo partita nell'amichevole con Trieste, fra oggi e domani valuteremo anche l'eventuale utilizzo di Flaccadori che sta riprendendo ad allenarsi con il gruppo. Stiamo per entrare in un periodo decisivo per la nostra stagione fra campionato e coppa, vogliamo cominciare con il piede giusto».