EuroLeague - Rolands Smits: il giocatore più sottovalutato!

25.11.2020 22:18 di Fabrizio Antonio Brunacci   Vedi letture
EuroLeague - Rolands Smits: il giocatore più sottovalutato!
© foto di EuroLeague Basketball

Se vi cito il nome Roland, i più appassionati di genere horror/fantasy avranno in mente solo il pistolero della serie "La Torre nera" di Stephen King. Invece questo nome, per noi incalliti appassionati di basket, porta in memoria uno dei giocatori più sottovalutati nell'era del basket moderno: Rolands Smits.
Il giocatore lettone, alla terza stagione con la maglia del Barcellona, è nettamente il giocatore meno utilizzato tra i lunghi. A leggere le statistiche non sembrerebbe neanche così male visto che lo troviamo in campo per 15.5 minuti di media in Liga ACB e 16.4 minuti di media in Eurolega. Ma la realtà è ben diversa da dei semplici numeri.

Il buon "Rolando" viene utilizzato da coach Sarunas Jasikevicius quasi solo in sostituzione di Nikola Mirotic. E fino qui voi direte : "mica scemo".
Effettivamente, a prescindere da qualità tecnico o tattica, il maxi contrattone del giocatore di cittadinanza spagnola aiuta già da se le scelte delle rotazioni.
Quindi perchè Smits è sottovalutato?
A inizio stagione Mirotic è stato trovato positivo al Covid19, questo ha portato a uno stravolgimento di ruoli e di conseguenza a un aumento esponenziale di minuti per Smits. E lui non solo si è fatto trovare pronto, ma a suon di prestazioni convincenti, ha fatto credere a tutti di poter rubare il posto, almeno in Eurolega, competizione dove non c'è obbligo di schierare giocatori spagnoli (a differenza della Liga ACB), a Pierre Oriola.
E invece no, perchè il tecnico lituano ha avuto altre idee e infatti, nella partita contro la Stella Rossa, all'ennesima critica ricevuta dal proprio coach, Rolands sembrerebbe non avergliele mandate a dire, soprattutto visto il proprio impiego centellinato.

Nelle ultime 3 partite giocate in ambito europeo ha segnato 7 punti in 12 minuti contro il Real Madrid, 13 punti in 12 minuti contro l'Alba Berlino e 20 punti in 16 minuti contro il Fenerbahce. Stiamo parlando di un giocatore che se dovesse tenere questo rendimento potrebbe strappare un bel contratto importante la prossima stagione. In più potrebbe essere un'arma utilissima per far raggiungere ai catalani l'obbiettivo minimo delle Final Four.
Il suo principale difetto? L'incostanza. A volte in 16 minuti ti trovi prestazioni davvero misere a livello di statistiche. Poco se devi scalfire un po di minuti a Re Miro. C'è anche da dire che quei minuti sono distribuiti nell'arco di una partita, molte volte facendo semplicemente per dare un po di riposo ai titolari. 

Insomma, quel che è certo è che dopo molte stagione passate al Fuenlabrada, Rolands possa aver trovato finalmente una seconda casa. Ma resisterà agli ordini del sergente di ferro Saras? E riuscirà lo stesso Jasikevicius a non bruciarlo e farlo rendere al meglio, soprattutto in virtù degli ottimi progressi mostrati dal canterano Martinez?
Lo scopriremo solo guardando il meglio del basket europeo, ma conti alla mano tenete d'occhio il buon Smits, perché un posto nell' elite del basket europeo se lo è già guadagnato.